Disdire un contratto Acea Energia

Se si ha la necessità di disdire un contratto di fornitura elettrica con Acea per cambiare fornitore o per altri motivi personali, basterà eseguire una serie di semplici operazioni, differenti a seconda delle motivazioni che portano alla disdetta Acea. Se, infatti, si deve chiudere la fornitura perché si cambia casa, si dovrà procedere in questo modo. Per prima cosa, se si è registrati sul sito e si ha accesso alla propria area riservata, basterà seguire le indicazioni riportate in tale area nella sezione Contratti - Miei contratti - Disdetta. Per poter procedere non sarà necessario riportare i dati di fornitura visto che essi sono già registrati all'interno della propria area personale. Se non si fa uso del computer, si può quindi richiedere il modulo di disdetta tramite call center. In tal caso, per la compilazione del modulo si avrà bisogno di una serie di informazioni relative all'utenza per la quale si richiede la disdetta. In particolare servirà indicare il codice cliente e il codice POD. Entrambi possono essere facilmente trovati su una bolletta della luce precedentemente ricevuta. Per poter completare in maniera corretta la disdetta deve essere indicato anche un recapito al quale fare consegnare il conguaglio finale: una volta inviata la richiesta di disdetta, infatti, si riceverà un'ultima bolletta con i consumi relativi al tempo trascorso tra la bolletta precedente e la data di richiesta di chiusura del contratto. Se il motivo per cui si vuole procedere con la disdetta è invece legato alla volontà di cambiare fornitore, allora non sarà necessario preoccuparsi di questa parte burocratica: sarà il nuovo fornitore, infatti, che si incaricherà di effettuare la comunicazione ad Acea Energia della volontà del cliente di cambiare venditore e, pertanto, di recedere dal loro contratto di fornitura elettrica.