A non pochi clienti Edison è capitato di trovarsi di fronte ad una voce in bolletta di cui non conoscono la fonte o le caratteristiche: parliamo della voce Addebito Lavori DL in bolletta Edison. Ma di cosa si tratta e perché l'utente è costretto a pagare questa voce?

Le componenti della bolletta Edison

Per chiarire in dettaglio questo aspetto è bene partire dalla precisazione per cui nella bolletta Edison, come per ogni altro operatore energetico, è previsto l'addebito di una serie di costi che non corrispondono unicamente ai consumi effettuati (per la fornitura luce o per la fornitura gas), ma servono a coprire una serie di voci accessori, come gli oneri di sistema e le imposte. Normalmente, anzi, queste diverse voci presenti in bolletta possono arrivare ad avere un peso specifico molto più alto, ai fini della determinazione dell'importo complessivo da pagare, di quanto si spende per la fornitura della materia prima vera e propria. Tuttavia, Edison, oltre a presentare queste voci di costo che potremmo definire normali, in alcuni casi addebita al cliente anche una voce del tutto anomala: il cd. Addebito Lavori DL in bolletta Edison.

Cos'è l'Addebito Lavori DL in bolletta Edison?

Ebbene, proprio con riferimento a questo tipo di voce, si tratta essenzialmente di quelle spese che vengono addebitate da Edison ai clienti per i lavori eseguiti sull'impianto dal distributore locale (di qui la sigla "DL"). Infatti, Edison, nei confronti dei clienti che decidono di dismettere la propria fornitura, in caso di voltura o di recesso dal contratto, impone ai propri clienti il pagamento di una spesa per le operazioni di dismissione tecnica dell'utenza, che, a prima vista, sembrerebbe contrario alla legge (la quale, anzi, stabilisce che il recesso dal contratto deve avvenire senza oneri a carico del cliente stesso). In realtà, a ben vedere, l'addebito della voce in questione è meramente contabile: esso, infatti, può essere stornato non soltanto a richiesta del cliente, ma verrà decurtato dall'eventuale nuovo importo dovuto al nuovo fornitore o da parte del nuovo intestatario della bolletta (con eventuale recupero della somma spesa precedentemente).