Estra è una compagnia nata nel 2010 che offre servizi nel settore energetico e del gas. La sua rete di distribuzione, che si divide principalmente in due sotto-aree (Estra Energie per il gas ed Estra Elettricità per l'elettricità), comprende diverse regioni del Centro Italia quali Abruzzo, Marche, Molise, Lazio e Toscana, servendo un totale di circa cinquecentomila utenze attivate. Per l’attivazione di una nuova linea è necessario seguire la procedura illustrata nel paragrafo seguente.

La prassi da seguire per effettuare un nuovo allaccio di Luce e Gas con Estra

L’attivazione di una nuova fornitura di Luce e Gas da parte dell’azienda è generalmente legata alla pre-esistenza di impianti per l’erogazione dei servizi nella struttura del cliente: occorre effettuare degli interventi di realizzazione degli stessi quando l’abitazione o il locale in cui si desidera effettuare l’allaccio non presentano contatori o raccordi, eventualità che generalmente si presenta quando gli edifici sono di nuova fabbricazione o sono situati in zone non ancora servite, dunque non ancora collegati alla rete. Se invece l’abitato presenta già l’impiantistica, è necessario soltanto fare richiesta di una nuova utenza agli operatori, senza che vengano effettuati lavori su di essa. Il Servizio Clienti dell’impresa supervisiona e controlla l’iter per l’erogazione dei servizi, in particolare se si decide di affidare gli interventi ad un tecnico interno, anche se è possibile scegliere le prestazioni di uno specialista abilitato di fiducia e inviare al termine delle operazioni i certificati di conformità dell’impianto alle norme di sicurezza che sono richiesti per abilitare le utenze. Il primo passaggio da effettuare è dunque quello di contattare il Customer Care di Estra al numero verde 800.128.128 se si telefona da fisso o al numero 199.206.520 se si chiama da mobile, per poter così chiedere le informazioni necessarie e l’invio dei moduli di attivazione in formato cartaceo. È necessario munirsi di copia di Documento di Identità, Codice Fiscale, dati Catastali dell’immobile e di tutta la documentazione sull’immobile richiesta dagli incaricati, che andranno poi inviati all’Azienda insieme ai moduli interamente compilati e firmati da parte del nuovo cliente. Una volta che tutto il materiale verrà spedito ad Estra, la società provvederà a contattare un tecnico per il sopralluogo che – a sua volta – elaborerà un preventivo di spesa per gli interventi di allaccio. L’importo è in genere variabile a seconda della durata e della complessità delle operazioni da effettuare: nel caso si decida di procedere, il preventivo verrà fatto firmare al potenziale nuovo utente per ufficializzare l’inizio dei lavori la cui conclusione solitamente coincide con l’invio da parte del Servizio Clienti Estra dei Codici Fornitura (Codice Cliente, POD, PDR, Numero di matricola del contatore) e la data di attivazione del servizio. Nel caso in cui si abbia già a disposizione un impianto a norma ma non ancora attivo, occorre contattare il Servizio Clienti dell’impresa per poter comunicare alcune informazioni necessarie per facilitare l'avvio del servizio di distribuzione di gas ed elettricità. Alcuni di esse sono, ad esempio, i dati anagrafici e fiscali di colui che fa richiesta, l'indirizzo a cui l'azienda deve inviare documenti importanti come la bolletta e il contratto da stipulare, la tipologia d’uso che si intende avere dell'utenza, il numero di elettrodomestici da utilizzare, in modo da avere un'idea precisa della potenza da erogare e altre particolari richieste degli incaricati. Anche in questo caso, è importante comunicare con regolare documentazione ufficiale che i lavori eseguiti siano a norma di legge, soprattutto se sono stati effettuati in precedenza da tecnici di fiducia non sotto contratto con l'azienda.