Oltre che a Enel, l'allaccio temporaneo può essere richiesto anche a un altro fornitore, come ad esempio A2A, che opera nel mercato libero con una serie di offerte interessanti. La società A2A ha la propria sede presso la città di Brescia ed è attiva in particolare nella regione Lombardia. Si ricorda che esistono due tipologie di allaccio temporaneo. La prima è per uso cantiere, la seconda invece per uso diverso da cantiere. A seguire un breve approfondimento sull'allaccio temporaneo con A2A.

Preventivo allaccio temporaneo con il fornitore A2A

Il primo passo da compiere è la richiesta di un preventivo per l'allaccio temporaneo con A2A. La validità del preventivo, sia per un allaccio temporaneo per uso cantiere per per uso diverso da cantiere, è pari a 3 mesi. Il cliente può decidere se accettare o rifiutare la proposta di preventivo da parte di A2A, dove vengono inseriti anche i costi specifici per l'intervento. Terminati i 3 mesi della durata del preventivo, se l'utente non accetta la proposta iniziale deve inoltrare una nuova domanda e attendere la ricezione del nuovo preventivo.

Quanto costa un allaccio temporaneo con il fornitore A2A

I costi per un allacciamento temporaneo con A2A variano in base all'utilizzo richiesto al momento della domanda di allaccio. Se è per un utilizzo prolungato nel tempo, il costo si aggira intorno ai 53 euro, cifra corrispondente alla somma di 26 euro (quota fissa) e 27 euro (oneri amministrativi). Se invece si prevede un allaccio temporaneo in bassa tensione fino a 40 kW, il titolare del contratto di fornitura è tenuto a versare un contributo forfait, il cui importo è variabile. Nel caso specifico, il costo dipende dal numero di richieste.