All'interno della bolletta Eni gas è possibile rinvenire una serie di voci di costo che, congiunte alla componente relativa al costo della materia prima, concorrono a far salire l'importo dovuto per la fornitura. Tra queste voci c'è quella relativa alle "Altre partite": vediamo di cosa si tratta e quanto incidono sul costo della bolletta Eni gas.

Gli elementi di sintesi della bolletta Eni gas

Dall'entrata in pieno regime della cd. Bolletta 2.0 si è assistito ad un incremento di trasparenza nei confronti degli utenti, ai quali vengono mostrati con maggior dettaglio le diverse spese che arrivano a comporre la bolletta gas. In particolare, l'elemento principale da considerare è il cd. quadro di sintesi degli importi, che esprime analiticamente le diverse componenti della bolletta. Tra queste rientrano le spese concernenti la materia energia gas naturale, la spesa relativa al trasporto dell'energia (servizio di distribuzione) e per la gestione dei contatori, le spese relative agli oneri di sistema, le imposte applicate e il totale della bolletta. Possono esserci, inoltre, a seconda che vengano fatturate nel periodo di riferimento della bolletta, anche altre voci, quali: i ricalcoli, il bonus sociale e, appunto, le altre partite.

Cosa sono le "Altre partite" in bolletta Eni gas?

Nel dettaglio, le altre partite fanno riferimento agli addebiti e accrediti maturati nel periodo di riferimento rispetto alla spesa energetica generale risultante dal quadro di sintesi. Queste, cioè, si riferiscono ad elementi accidentali della bolletta, che sussistono solo in presenza di determinati presupposti. Le altre partite, in particolare, possono riferirsi all'applicazione di interessi di mora rispetto a precedenti bollette non versate, oppure all'addebito o alla restituzione del deposito cauzionale o, ancora, ad altri versamenti, indennizzi e corrispettivi dovuti una tantum. La particolarità di queste partite è data dal fatto che le stesse possono essere sia positive che negative, ossia indicare un credito o un debito: nel primo caso, esse verranno detratte dalla spesa generale (contribuendo a diminuire il totale); nel secondo, aggraveranno il conto finale, risultando come ulteriore spesa per il cliente.