Chi ha sottoscritto un contratto Eni gas e luce online a condizioni economiche molto vantaggiose potrebbe aver attivato la domiciliazione bancaria, dal momento che le principali offerte del fornitore Eni possono essere attivate soltanto online accettando come unica modalità di pagamento la domiciliazione bancaria. Tra queste, si sottolinea la presenza di LinkBasic, con un corrispettivo fisso per la luce di 0,0675 euro/kWh e per il gas di 0,27 euro/Smc (prezzo valido per un anno). A seguire un breve approfondimento su come eseguire il cambio Iban con Eni gas e luce.

Come effettuare il cambio Iban con Eni gas e luce: tutte le cose da sapere

Quando si riceve la fattura cartacea a casa da parte di Eni gas e luce, tra i fogli presenti oltre alla bolletta c'è anche quello relativo alla domiciliazione bancaria. Chi deve effettuare il cambio Iban con Eni gas e luce non deve compilare la sezione relativa al servizio RID, poiché la domiciliazione bancaria è già stata attivata in precedenza. Per eseguire la modifica dell'Iban con Eni gas e luce occorre recarsi al proprio istituto bancario e compilare il modulo relativo al trasferimento della domiciliazione dal vecchio conto corrente a quello nuovo. Una volta compilato il modulo, l'istituto bancario si incarica di effettuare il trasferimento. Quando l'operazione è terminata, l'utente riceve dalla propria nuova banca la conferma dell'avvenuta domiciliazione. Come è facile intuire, per il cambio Iban con Eni gas e luce l'intestatario della fornitura non deve rivolgersi a Eni (fornitore) ma alla propria banca con la quale ha aperto un nuovo conto corrente sul quale ha scelto di domiciliare la bolletta della luce o del gas con la società Eni gas e luce.