Per ciò che riguarda la disdetta di un contratto di fornitura di energia elettrica o gas naturale con qualsiasi compagnia che commercializza il servizio, è necessario precisare che dopo la liberalizzazione del mercato qualsiasi soggetto può farlo senza particolari vincoli economici, siano esse sanzioni o spese di risoluzione. A tal proposito, la disdetta con Eni Gas e Luce può essere presentata in qualsiasi momento e deve avvenire secondo le seguenti regole, che variano a seconda della situazione. Il caso più semplice ed immediato si ha quando si intende cambiare fornitore; è sufficiente infatti comunicare l'apposito codice POD presente in bolletta al nuovo operatore che provvederà a tutte le pratiche del caso senza coinvolgere il cliente. In ogni caso è necessario comunicare all'ENI l'intenzione di recedere dal contratto con almeno 6 mesi di preavviso. Un altro caso abbastanza rapido riguarda il diritto di ripensamento che può essere esercitato entro 14 giorni dalla stipula del contratto, se quest'ultimo è stato sottoscritto online o mediante la linea telefonica; per poterne beneficiare è necessario scaricare dalla rete l'apposito modulo attraverso il seguente link: http://disdette.net/disdetta-eni-gas-e-luce-guida-e-modulo , e spedirlo al seguente indirizzo: "Eni gas e luce S.p.A. Mercato Retail – Casella Postale 71 – 20068 Peschiera Borromeo (MI)." Per chiudere definitivamente un contratto di fornitura si può procedere in vari modi;
  • chiamando il numero verde 800900700; fornendo alcuni dati personali che consistono nella carta d'identità e nel codice fiscale dell'intestatario del contratto, nel codice cliente e nell'indirizzo a cui recapitare la fattura di conguaglio, si comunica all'operatore il giorno preciso in cui si intende interrompere la fornitura;
  • spedendo una raccomandata comprensiva del modulo di disdetta debitamente compilato in ogni sua parte, scaricabile dal link già evidenziato in questo articolo, all'indirizzo di cui sopra; è necessario allegare una copia fronte-retro del documento d'identità dell'intestatario. Anche in questo caso bisogna fissare una data di cessazione che deve essere superiore di almeno 30 giorni alla data della comunicazione di disdetta;
  • inviando il modulo di disdetta debitamente compilato attraverso la PEC all'indirizzo "recessi.trader@pec.eni.com";
  • recandosi di persona ad uno sportello convenzionato Energy Store Eni: anche in questo caso sono necessari i medesimi documenti, cioè la carta d'identità e il codice fiscale dell'intestatario, l'ultima bolletta erogata e l'ultima lettura da effettuarsi almeno 5 giorni prima di richiedere la disdetta. L'operatore allo sportello si occuperà del necessario; l'ENI potrà richedere il pagamento delle spese relative alla chiusura del contratto, senza alcuna penale riguardante la rescissione dello stesso.
Il diritto di recesso può essere esercitato in qualsiasi momento anche dall'ente fornitore nei confronti del cliente, mediante un preavviso non inferiore ai sei mesi dalla data in cui s'intende risolvere il contratto; per il cliente non è comunque possibile recedere dal contratto per i primi 12 mesi di fornitura.