Come risparmiare sulla bolletta del gas

In un periodo di forte crisi economica l’etica del risparmio si fa avanti sempre con più forza, soprattutto in relazione alle spese gestionali dell’abitazione. Ecco dunque che non è raro incontrare cittadini impegnati a portare avanti la pratica del risparmio cercando di abbattere in primis i costi delle bollette dei diversi servizi di cui usufruiscono. Tra questi quello del gas. Ma si può risparmiare sulla bolletta del gas? La risposta è semplice: è sufficiente ottimizzarne i consumi sia in cucina che con il riscaldamento. Tuttavia, è principalmente quest’ultimo a gravare sull’economia familiare.

Il costo del gas sul bilancio familiare

Come già accennato quella del gas è una bolletta in grado di incidere notevolmente sul bilancio familiare. È soprattutto dal momento in cui usufruiamo di un impianto di riscaldamento alimentato proprio con questa sostanza che i consumi, quindi la bolletta, salgono vertiginosamente. Nonostante ciò risparmiare sulla bolletta del gas godendo appieno del riscaldamento non è un’impresa impossibile. La prima cosa da fare è una piccola indagine di mercato. Dunque sarà fondamentale informarsi sui costi e sulle offerte delle diverse compagnie e, solamente dopo, scegliere la compagnia che maggiormente viene incontro alle nostre esigenze.
Riscaldamento, cucina e bagno sono i tre assi del consumo del gas domestico. Basti pensare all’importanza che il gas ha per riscaldare l’acqua che ci consente di poter espletare le normali norme igieniche quotidiane, oppure al suo ruolo nella cottura dei cibi. Tuttavia, tra i tre chi necessita di maggiori risorse di gas, incrementando così i costi domestici è, come già accennato, il riscaldamento. Quindi è essenziale concentrarci su di esso.

Abbattere i costi della bolletta del gas impiegando al meglio il riscaldamento

La seconda cosa da fare dopo aver scelto la compagnia erogatrice di gas è quello di ottimizzare al meglio i consumi. Tra le azioni essenziali c’è quella inerente la regolazione del termostato del nostri caloriferi: è importante che questo venga regolato alla temperatura adeguata alla condizione climatica del momento, quindi non bisogna esagerare impostando la temperatura, ma soprattutto non dobbiamo mantenere sempre lo stesso grado di calore, bensì è doveroso adeguare il termostato alla temperatura climatica del giorno.
Tra le altre pratiche che ci permettono di risparmiare sulla bolletta del gas ci sono anche quella di spegnere l’impianto di riscaldamento quando andiamo a dormire e quella di abbassare di almeno 1 °C la temperatura delle stanze che non frequentiamo. Ma non finisce qui, perché anche la sistemazione dei nostri calorifici è in grado di fare la differenza sui consumi. Un termosifone sistemato sotto una finestra consuma di più di uno sistemato in un altro angolo della casa, questo perché le aperture sono i luoghi meno strategici e più freddi delle stanze. Ancora, altri accorgimenti che ci permettono di abbassare i consumi della bolletta del gas sono quello di accendere solamente i caloriferi più strategici dell’abitazione e quello di coibentare al meglio ogni singola stanza.
Al fine del risparmio è altresì importante mantenere nell’ambiente un grado ottimale di umidità. Essa di fatto modifica in modo ragguardevole la nostra percezione della temperatura.