La fattura Enel di conguaglio presenta a volte importi nettamente più alti rispetto a quelli pagati regolarmente quando la bolletta presenta la dicitura consumi rilevati. La differenza tra le due bollette è notevole. Infatti, da una parte ci sono le bollette Enel con consumi stimati, vale a dire conteggiati dal fornitore sulla base di una stima approssimativa rispetto ai dati delle bollette precedenti. Dall'altra parte esistono le bollette Enel con consumi rilevati, quelli cioè conteggiati dal distributore, unico proprietario del contatore, che trasmette questi dati al fornitore per l'elaborazione della bolletta. Quando l'importo della bolletta di conguaglio è anomalo, il titolare della fornitura energetica Enel ha diritto di presentare reclamo. A seguire un breve approfondimento sulla contestazione della fattura Enel di conguaglio.

Dove trovare il modulo Reclami per la contestazione della fattura Enel di conguaglio

Chi ha scelto di presentare una lettera di contestazione per la fattura Enel di conguaglio con importo anomalo sulla base di quanto rilevato dal proprio contatore può collegarsi direttamente al sito ufficiale Enel Energia e scaricare il modulo ufficiale Reclami presente nella sezione Modulistica del portale (voce presente nel menu posizionato in basso nella home page del sito).

A chi inviare il modulo Reclami per la contestazione della fattura Enel di conguaglio

Il reclamo ufficiale per la contestazione della fattura Enel di conguaglio va presentato via mail all'indirizzo allegati.enelenergia@enel.com, via web attraverso un apposito form raggiungibile dalla sezione Modulistica oppure via fax al numero 800.046.311 (luce) e 800.997.736 (gas).