Il contratto di energia elettrica per il garage che un titolare di fornitura energetica deve sottoscrivere è quello che prevede la tariffa trioraria del Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico). Il garage, così come la soffitta e il solaio, rientra tra le pertinenze di un'abitazione domestica. Per le unità pertinenziali i clienti di una fornitura sono soggetti a una tariffa differente rispetto a quella prevista per l'uso domestico. Tale tariffa è indicata dall'acronimo BTA (Bassa Tensione Altri usi). A seguire una breve panoramica sulle condizioni economiche di un contratto energia elettrica per garage.

Contratto energia elettrica per garage tramite le tariffe usi diversi abitazione del Servizio Elettrico Nazionale

Chi ha un garage e desidera usufruire di un allaccio Enel deve sottoscrivere un contratto di energia elettrica garage con il Servizio Elettrico Nazionale, basato su una delle sei tariffe triorarie attualmente disponibili: BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5 e BTA6. In genere, per un'autorimessa la scelta ricade tra la BTA1 e la BTA2, che contano rispettivamente una potenza impegnata fino a 1,5 e 3 kW.

Condizioni economiche contratto energia elettrica per garage

Le condizioni economiche di un contratto di energia elettrica per garage sono stabilite da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Fino al prossimo 31 marzo, i prezzi per ciascuna delle tre fasce orarie saranno i seguenti: 0,098 euro/kWh (fascia oraria F1), 0,094 euro/kWh (fascia oraria F2) e infine 0,080 euro/kWh (fascia oraria F3).