Costo subentro a2a

Che cos’è il subentro

Quando si cambia casa e ci si trova in condizioni di avere i contatori staccati, sarà necessario richiedere al proprio fornitore l’attivazione, ossia effettuare una procedura di subentro. Le tempistiche e i costi relativi al subentro possono essere differenti a seconda del fornitore con il quale si stipula un contratto, tuttavia, tempi e costi massimi sono definiti dall’ARERA (Autorità per la Regolazione di Energia, Reti e Ambiente). Questo significa che, nel caso del subentro per la fornitura di corrente elettrica, il fornitore dovrà garantire la riattivazione del contatore entro sette giorni lavorativi mentre, nel caso del gas, i giorni massimi previsti sono dodici.
Per richiedere il subentro è poi necessario inviare al proprio fornitore una serie di documenti, tra cui i dati anagrafici della persona alla quale andrà intestato il contratto, l’indirizzo di fornitura e una serie di informazioni relative alla fornitura che si richiede. Se, infatti, si fa il subentro per la sola utenza della luce, si dovranno indicare la potenza impegnata e il codice POD; per il gas, invece, basterà inviare, oltre ai documenti, il codice PDR. Questi due codici sono specifici dei contatori, rispettivamente della luce e del gas e possono essere trovati su una precedente bolletta oppure richiesti al distributore locale.

I costi

I costi per il subentro A2A non sono elevati. Se si sceglie A2A Energia bisogna prevedere una spesa di 27.03 euro per ogni utenza. Se si attivano entrambe le forniture, quindi, il prezzo da pagare per il nuovo contratto, sarà di 54.06 euro. A questo costo possano essere aggiunte o meno eventuali altre spese che dipendono dallo stato dei contatori e dalla possibilità o meno di richiedere l’imposta di bollo da parte del fornitore.
Per avere maggiori informazioni relative ai costi e per essere sempre aggiornati sulle spese alle quali si va incontro in caso di subentro è possibile rivolgersi al numero clienti di A2A Energia, oppure a uno sportello. Infine, è possibile richiedere informazioni dettagliate tramite il sito web del fornitore.