Nel caso si sia titolari di un contratto con Enel Energia per la fornitura di luce o gas è possibile recedere in qualunque momento e in maniera completamente gratuita. Ci sono diverse modalità con cui è possibile dare la disdetta ad Enel Energia. Prima di disdire il contratto, è sempre opportuno leggere il contatore e verificarne il numero dato che proprio su questi valori verrà calcolata l'ultima fattura a saldo di Enel Energia. Presentare la disdetta presso uno dei tanti sportelli fisici presenti sul territorio nazionale è semplice. Basta cercare sul sito quello più vicino e recarcisi negli orari di apertura. È assolutamente necessario portare con sè alcuni documenti, senza cui non è possibile inoltrare la disdetta: - il documento di identità dell'intestatario del contratto; - il codice fiscale - l'ultima bolletta da cui si evinca il codice POD o PDR della fornitura. La disdetta ad Enel Energia può essere inoltrata anche mediante l'apposito numero verde 800/900.800 da rete fissa. Da rete mobile, invece, bisognerà chiamare il numero 199/50.50.55 che però è a pagamento. Il costo della chiamata dipenderà dal proprio operatore di telefonia. Il numero è diverso per tutti i clienti di Enel Energia sul mercato libero che intendono disdire il contratto. In questo caso, infatti, si dovrà comporre il numero 800/900.860 gratuito sia dai telefoni fissi che mobili. Anche chi si trova all'estero può disdire un contratto che ha attivo in Italia con Enel Energia. In questo caso il numero è sempre a pagamento e corrisponde allo 0039/02.30.17.20.11 raggiungibile no stop 24h/24. L'evasione della richiesta avviene al massimo entro 24 ore dalla telefonata ma prima di effettuarla bisognerà, anche in questo caso, avere a portata di mano alcune informazioni importanti: - tutti i dati anagrafici dell'intestatario del contratto; - il codice fiscale; - il numero della fornitura che può essere reperito direttamente in bolletta; - un indirizzo a cui Enel Energia invierà l'ultima bolletta a saldo. Anche sul sito ufficiale di Enel Energia, qualora ci si sia iscritti e si abbia accesso all'Area Clienti, è possibile dare disdetta del contratto. Basterà, in questo caso, accedere al servizio inserendo le proprie credenziali e cliccare sulla sezione di menù relativa alla voce "I tuoi contratti". La richiesta di disdetta effettuata mediante il web è praticamente immediata. Per disdire un contratto con Enel Energia, che si tratti di una fornitura gas o luce, è anche possibile utilizzare i metodi più classici, ovvero il fax e la raccomandata. Per effettuarla mediante fax sarà necessario scrivere su un foglio di carta semplice la richiesta di disdetta indicando tutti i dati dell'intestatario della fornitura e quelli relativi alla fornitura stessa, richiedendo espressamente disdetta. Il testo del documento può essere più o meno uguale al seguente: "Con la presente comunico la volontà di avvalermi del diritto di ripensamento ai sensi dell’art. 64 D.Lgs. 206/05 e di recedere con effetto immediato dal contratto n __________ per la fornitura di _______ stipulato in data _______ Revoco inoltre eventuali autorizzazioni all’addebito su carte di credito o su conti correnti." Non bisogna dimenticare di indicare, in alto al documento, l'indirizzo del mittente, ovvero dell'intestatario della fornitura. Il fax andrà inviato al numero verde 800/046.311 mentre, nel caso si prediliga l'invio con raccomandata, questa dovrà essere esclusivamente con ricevuta di ritorno, in modo da avere una prova della ricezione della comunicazione da parte di Enel Energia. L'indirizzo a cui inviare la richiesta è Enel Energia S.p.A, Casella Postale 8080, 85100 Potenza. Sia nel caso in cui si opti per la disdetta via fax che nel caso in cui si decida, invece, di utilizzare la raccomandata, è fondamentale allegare anche una copia del documento di identità dell'intestatario del contratto.