La tariffa D1 Enel è stata inglobata nella tariffa TD Enel prevista dal Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico Nazionale) per i clienti che hanno nella propria abitazione installato le pompe di calore come impianto di riscaldamento. A seguire un approfondimento sull'ex tariffa D1 Enel (ora tariffa TD Enel), con i costi aggiornati per ciascuna spesa (materia energia e servizi di rete). Poiché si tratta di una tariffa specifica promossa dal Servizio Elettrico Nazionale per i clienti possessori di pompe di calore e appartenenti alla rete domestica.

Costi tariffa Enel D1 del Servizio Elettrico Nazionale

Come spiegato nel paragrafo introduttivo, per la tariffa Enel D1 occorre fare riferimento alla tariffa TD Enel, la quale prevede i seguenti costi per la componente energia: 0,097 euro/kWh per la fascia F1 (dalle 8 alle 19 dei giorni feriali, dal lunedì al venerdì) e 0,087 euro/kWh per la fascia F23 (dalle 19 alle 8 dei giorni feriali e a tutte le ore del sabato, della domenica e dei giorni festivi). Alla voce spesa per l'energia occorre poi aggiungere una quota fissa pari a 4 euro ogni mese. Poiché le condizioni economiche sono dettate dall'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), al termine di ogni trimestre il Servizio Elettrico Nazionale aggiornerà al ribasso o al rialzo sia il corrispettivo fisso per la componente energia sia l'importo della quota fissa. Oltre ai prezzi legati alla voce Spesa per l'energia, la tariffa TD (ex tariffa Enel D1) prevede i costi per i Servizi di rete, già stabiliti dall'Autorità. La quota fissa mensile è pari a 1,69 euro. La spesa legata alla quota di potenza impegnata è invece pari a 1,7745 euro/kWh. Infine, a concorrere alla somma della voce Servizi di rete c'è anche il prezzo legato alla quota variabile, pari a 0,007980 euro/kWh per la spesa trasporto e gestione contatore, a cui si aggiungono 0,042581 euro/kWh come spesa per gli oneri di sistema.