Eni gas comunicazione cambio residenza

La comunicazione del cambio residenza a Eni gas va inoltrata dagli utenti che hanno modificato la propria residenza. Nella maggior parte dei casi, tale comunicazione si rende necessaria quando una persona in affitto prende la residenza nel comune dove abita. Cambiando la residenza si hanno ripercussioni positive anche sugli importi della bolletta. Infatti, al momento della variazione del domicilio il cliente Eni gas ha anche la possibilità di cambiare la propria tipologia di contratto, passando da non residente a residente.

Modulo per la comunicazione del cambio residenza a Eni gas

La comunicazione del cambio residenza va segnalata al fornitore Eni gas attraverso un apposito modulo, intitolato Certificazione di residenza. Tale modulo può essere scaricato dalla sezione Autocertificazione da residente a non residente del sito ufficiale di Eni gas e luce. Il percorso da seguire una volta effettuato l’accesso alla home page del portale Eni è il seguente: categoria Assistenza (Info), sezione Contratto (Contratto Eni gas e luce), quindi cliccare sulla voce Autocertificazione da residente a non residente. Una volta compilato il modulo, occorre eseguire l’accesso all’area clienti My Eni e cliccare sul bottone Contatta Eni gas e luce, allegando al modulo una copia di un documento di riconoscimento.

Vantaggi della tipologia di contratto da residente

Passando dalla tipologia di contratto da non residente a residente, l’utente non è più tenuto a pagare gli oneri di sistema, i quali vengono applicati in quota fissa soltanto ai titolari di un contratto di fornitura non residente. Gli oneri di sistema per i non residenti ammontano a una spesa di poco superiore ai 120 euro.