Storia di Eni S.p.A.

L'Eni (in origine, acronimo di Ente Nazionale Idrocarburi) nasce nel 1926 con la fondazione dell'Azienda Generale Italiana Petroli (Agip), anche se la sua connotazione come operatore pubblico a sé stante del settore energia va fatta risalire al 1953. Da quell'anno Eni, sotto la presidenza di Enrico Mattei, acquisisce il controllo di Agip (e ne adotta anche il simbolo del famoso cane a sei zampe) e Snam, ampliando così il suo spettro d'azione anche nell'approvvigionamento di petrolio e gas naturale, oltre che di energia elettrica. Si tratta del principale operatore italiano e dell'ottavo, per giro d'affari, nel mondo ad occuparsi dell'approviggionamento, della distribuzione e della vendita delle predette materie prime, posizione questa consolidatasi nel secondo dopoguerra e tutt'ora mantenuta. Nel 1992 il gruppo Eni perde la veste di ente pubblico e si trasforma in società per azioni, il cui capitale sociale è detenuto per la maggior parte dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, per possesso azionario diretto del 4,34% e indiretto (derivante dal controllo di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.) del 25,76%.

La quotazione in Borsa e la nascita di Eni Gas e Luce S.p.A.

Dal 1995 il gruppo Eni è quotato alla Borsa italiana e in quella di New York e nel 2007 ha dato vita alla controllata Eni Gas e Luce S.p.A. La società nasce dopo il Decreto Bersani del 1999, che ha dato il via alla liberalizzazione della produzione e della vendita dell'energia elettrica e del gas naturale. L'azienda si occupa della sola distribuzione, nel mercato retail e business, ha 1.400 dipendenti, asserve più di 8 milioni di utenti ed è presente in 4 Paesi europei. Nella sola Italia, i punti Energy Store di Eni Gas e Luce sono ben 150. Dalle ultime relazioni allegate al bilancio d'esercizio si evince che l'azienda ha intenzione di investire in Italia, tra il 2018 e il 2021, 22 miliardi di euro, per ampliare la platea di clienti dagli attuali 8 milioni a 11 milioni. Una grossa fetta degli investimenti sarà dedicata alla digitalizzazione del servizio gas e luce, consentendo così ai propri clienti di avvalersi del solo canale web per la gestione delle utenze, e alla decarbonizzazione. L'obiettivo del Gruppo Eni e, di conseguenza, della controllata Eni Gas e Luce S.p.A. è quello di raggiungere entro il prossimo triennio una completa ecosostenibilità delle fonti di approvvigionamento dell'energia elettrica, sfruttando in particolar modo la geotermia, il vento e il moto ondoso marino. A fine 2021 i vertici dell'azienda prevedono un fatturato di 7,8 miliardi di euro e un risultato operativo lordo (ante oneri finanziari e ante imposte) di 450 milioni di euro.

Eni Gas e Luce S.p.A.: informazioni societarie

Denominazione sociale: Eni Gas e Luce S.p.A. società unipersonale Sede Legale: Piazza E. Vanoni, 1 - 20097 San Donato Milanese (MI) Capitale sociale: € € 750.000.000,00 i.v. Iscritta al Registro Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi con Codice Fiscale e Partita IVA n.ro 12300020158 - R.E.A. della CCIAA di Milano n.1544762 Società interamente controllata da Eni S.p.A. Contact Center: - da telefono fisso 800900700; - da telefono mobile 02/444141.