Il Portale Offerte dell’ARERA sostituisce Trova Offerte

Fino al 17 settembre 2018, gli utenti potevano collegarsi al portale dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente – organismo indipendente nato nel 1995 con l’obiettivo di garantire la concorrenza tra le offerte legate all’energia elettrica e del gas naturale mediante un’attività di controllo – per consultare e confrontare le offerte in atto in merito alle risorse energetiche.
Dal 18 settembre in poi, dunque, la sezione “Trova offerte” è stata sostituita da quello che viene definito “Portale offerte“, che non è però sotto il controllo dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, bensì sotto quello dell’Acquirente Unico.
Acquirente Unico è un ente pubblico che ha l’obiettivo di garantire l’energia elettrica a tutti gli utenti del mercato tutelato, i quali decidono di approvvigionarsi di risorse energetiche seguendo le variazioni di prezzo previste dall’ARERA in base alle dinamiche di mercato, a differenza dei clienti del mercato libero, per i quali i fornitori di energia propongono offerte a prezzo bloccato per un certo arco di tempo.

Cosa cambia rispetto al passato?

In realtà la funzione di “Portale offerte” è identica a quella di “Trova offerte”, e non sono presenti numerose differenze rispetto al passato: lo scopo è sempre quello di consentire agli utenti di confrontare le offerte, con la possibilità di selezionare le proposte a prezzo fisso o variabile.
Al momento, dal database di “Portale offerte” mancano alcuni dati, tra cui le proposte di fornitori Dual Fuel (i quali forniscono due diversi servizi con una sola bolletta) a causa di limiti informatici che comunque verranno superati non oltre gli inizi di dicembre 2018.
Collegandosi al sito internet https://www.prezzoenergia.it/portaleOfferte/, il primo aspetto che si nota è una grafica accattivante e molto semplice, con colori vivaci e con pochi elementi in pagina. La scelta ovviamente nasce per rendere più semplice la consultazione del sito web.
Naturalmente, sulla pagina sono presenti diversi collegamenti che hanno l’obiettivo preciso di informare il consumatore in merito a concetti che possono essere estranei ai più, tra cui quelli di “Mercato libero”, “Offerte PLACET” e “Servizi di tutela”.

Come confrontare le offerte nel nuovo portale

Il confronto delle offerte dei fornitori di energia comincia nel momento in cui l’utente clicca sul pulsante “Confronta”, accessibile da ogni pagina del sito web.
Secondo quanto riportato nella schermata che si apre, il confronto prevede 3 step, durante i quali verranno richieste diverse informazioni.
Innanzitutto, l’utente è chiamato a indicare la tipologia di offerte da controllare, tra energia elettrica e gas. Inoltre, sebbene il sistema non sia ancora in grado di confrontare le offerte Dual Fuel, è comunque presente un collegamento che permette all’utente di prendere visione di ognuna di esse, apprendendone dettagli e condizioni.
In seguito alla selezione della categoria, è richiesto di inserire il proprio Codice di Avviamento Postale.
A questo punto si aggiungerà una nuova voce: “Dove vuoi attivare l’offerta?”. In seguito alla scelta tra “Casa” e “Altri usi” si apriranno nuove voci: se l’utente sceglie “Casa”, verrà richiesto se si è residenti o meno; se si seleziona la voce “Altri usi”, viene domandato se si ha diritto al Servizio di Maggior Tutela. Tutte le voci sono obbligatorie, e per molte di esse è presente una finestra informativa che esplica la domanda con maggiore precisione.

Il secondo step prevede, invece, che l’utente inserisca informazioni legate ai consumi. Nel caso dell’energia elettrica, ad esempio, viene chiesta la potenza desiderata in kW, l’eventuale preferenza tra un prezzo stabilito per fasce orarie o bloccato e i dettagli legati ai consumi annui (se non si conoscono, è possibile realizzare una stima selezionando il numero di residenti, gli elettrodomestici di cui si dispone e il tipo di illuminazione.
A questo punto viene chiesto se si desidera confrontare offerte con prezzi fissi o variabili e si ha, dunque, accesso al terzo step, che consiste nel confronto dei vari fornitori.
“Portale offerte”, dunque, assolve in maniera precisa e corretta alla sua funzione, e rappresenta quindi un valido strumento di supporto per tutti gli utenti.