Iren S.p.A. è una società operante nel settore del multiservice pubblico e gestisce attività nel settore della distribuzione di gas, energia e acqua . La sua nascita è legata alla fusione di società a loro volta create attraverso fusioni. Il 31 dicembre 2006 si fondevano la Aem di Torino e la Amga di Genova a formare Iride. Queste società, nate rispettivamente nel 1907 e 1922, sono tra i primi storici operatori energetici del Paese. Nel 2005 invece si fondevano Agac di Reggio Emilia, Amps Parma e Tesa di Piacenza a creare Enía. La fusione tra Iride ed Enía è stata invece annunciata il 16 ottobre 2008 entrando in vigore il 1 luglio 2010. Ufficialmente Enía veniva incorporata a Iride spostando a Reggio Emilia la sede legale e cambiando nome in Iren. Le numerose aziende partecipi della sua nascita consentono all'azienda di operare in tutti i settori della gestione delle risorse. Oltre al trasporto e alla vendita di energia si occupa anche di produzione con centrali convenzionali e rinnovabili, stoccaggio di gas, trattamenti ambientali, reti di comunicazione, raccolta e smaltimento rifiuti e teleriscaldamento, di cui è leader nel mercato italiano. L'investimento totale in capitale è di circa 6 miliardi di euro di cui 4 appartenenti alla vera e propria Iren e i restanti alle società controllate da questa. L'azienda infatti non fornisce i servizi a proprio nome ma tramite società controllate di cui è la capogruppo. Il fatturato sfiora i tre miliardi e mezzo di euro con un utile superiore ai 180 milioni annui per quanto riguarda il gruppo ed un fatturato di dieci milioni con un utile di cento milioni di euro per Iren S.p.a. Questo fatturato è il risultato dei servizi che Iren fornisce alle società di sua proprietà. I dipendenti sono circa 270 nonostante il totale dei lavoratori in servizio per le società del gruppo superi le seimila persone. L'attuale presidente è Paolo Peveraro mentre l'amministratore delegato è Massimiliano Bianco. Le società più importanti appartenenti ad Iren sono Iren Ambiente, Iren Energia, Iren Mercato, IRETI, Gaia, Plurigas e TRM V. In particolare la rete elettrica e la mobilitazione di gas su scala nazionale sono rese operative da IRETI. Tra gli azionisti figurano invece Finanziaria Sviluppo Utilities, i comini di Reggio Emilia e Parma e alcune banche del gruppo Intesa San Paolo. La quotazione in borsa, sullo FTSE Mib, è avvenuta con la nascita della società in quanto fusione di due altre società per azioni. Ogni azione Enía è valsa agli investitori 4,2 azioni Iride. I clienti sono abitazioni, piccole imprese, aree commerciali, fabbriche, impianti produttivi ed edifici pubblici. Acquedotti e reti elettriche riforniscono infatti scuole ed immobili amministrativi oltre all'illuminazione stradale e semaforica. Tra i clienti più importanti si trovano i comuni di Torino e Reggio Emilia e gli stabilimenti produttivi Michelin.