Il 1° luglio 2020 è la data inaugurale del definitivo passaggio al mercato libero nell’ambito della fornitura di energia.

Ciò significa che a partire da questa data, il cliente sarà libero di scegliere l’offerta luce e gas più conveniente in base alle proprie esigenze.

Il dibattito relativo all’apertura del mercato libero è presente in Italia dal 1999 quando venne approvato il Decreto Bersani (Dl. n. 79 del 16 marzo 1999), la cui attuazione è avvenuta solo nel 2007 per i clienti domestici.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono le differenze rispetto al Mercato tutelato.

Mercato libero energia e mercato tutelato

Le condizioni contrattualistiche ed economiche, che nel vecchio ordinamento venivano gestite da ARERA (Autorità per l’Energia), saranno a partire dal 1° luglio 2020 gestite direttamente dalle aziende di fornitura dell’energia.

Se prima i prezzi del Mercato tutelato erano soggetti a variazione ogni tre mesi, cosa accadrà con il passaggio al mercato libero?

Innanzitutto, il mercato libero permette libertà di scelta della tariffa più economica per il cliente che potrà consultare e confrontare le diverse offerte delle aziende energetiche; inoltre, la possibilità di avvalersi dei diversi servizi extra che i fornitori di energia metteranno a disposizione dei clienti nei vari pacchetti.

Passaggio al mercato libero: Offerta PLACET

Poiché il passaggio al mercato libero è ormai prossimo, l’Agenzia per l’Energia ha stabilito di gestire questo periodo transitorio offrendo la possibilità al cliente di scegliere se aderire a un’offerta nel mercato libero o nel mercato di maggior tutela. 

Le offerte messe a disposizione per agevolare il cambiamento dall’autorità per l’Energia sono: Tutela Simile e PLACET.

Se PLACET è ancora attivabile, Tutela Simile è un’offerta cui era possibile aderire fino al 30 giugno 2018 che offriva:

  • condizioni contrattuali definite dall’Authority per l’Energia;
  • prezzo della Maggior Tutela;
  • bonus una tantum stabilito dal fornitore e applicato sulla prima bolletta;
  • contratto della durata di 12 mesi;
  • offerta non rinnovabile dopo 1 anno;
  • contratto on-line sul portale di Tutela Simile.

Quanto all’offerta PLACET, ancora oggi disponibile, in coerenza con la legge n. 124/2017, è l’offerta che offre un Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela (da cui deriva la sigla dell’offerta).

Si tratta di un compromesso tra le due condizioni del mercato libero e del mercato tutelato: da un lato i fornitori di elettricità e gas possono stabilire i prezzi del contratto, dall’altro le condizioni contrattuali sono definite da ARERA.

Il contratto fissato secondo le linee guida dell’Autorità per l’Energia stabilisce che:

  • Il contratto ha durata indeterminata 
  • Le condizioni economiche sono rinnovabili dopo un anno. 
  • Tre mesi prima della scadenza del contratto sarà responsabilità del fornitore contattare il cliente per offrirgli la nuova formula economica contrattuale, da applicare nell’anno successivo.

In questo modo l’offerta PLACET ha una duplice azione:

  • facilitare scelte consapevoli e informare i consumatori;
  • “tutelare” il passaggio al libero mercato.

L’offerta si rivolge a

  • clienti domestici e business connessi in bassa tensione (per il settore elettrico);
  • titolari di PDR (punto di riconsegna) con consumi annui inferiori a 200.000 Smc (per la fornitura di gas).

PALCET: Prezzi fissi o prezzi variabili

L’offerta PLACET inoltre prevede due forme contrattuali: esistono infatti offerte a prezzo fisso e offerte a prezzo variabile.

  • Le offerte a prezzo fisso sono costituite da un’unica tariffa valida per un certo periodo; 
  • Le offerte a prezzo variabile invece variano al variare del valore dell’energia (a cui si aggiunge lo spread stabilito dal venditore).

Infine, è possibile scegliere i contratti con fasce orarie. In questo caso, il prezzo cambia in base alle fasce orarie di consumo con una conseguente differenziazione dei prezzi al kWh. Il contratto biorario è costituito da tre fasce orarie:

  • F1: giorni feriali, ovvero da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 19.00, escluse festività nazionali;
  • F2: da lunedì a venerdì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, sabato dalle 7.00 alle 23.00, escluse festività nazionali e i giorni festivi;
  • F3: da lunedì a sabato dalle 23.00 alle 7.00 e la domenica e i festivi tutta la giornata.

In alternativa è possibile scegliere il contratto monorario, in cui il prezzo dell’energia rimane invariato per tutti i giorni della settimana.

CHIUDI MENU