L'offerta Bioraria non Residente di Enel Servizio Elettrico è una delle proposte commerciali che rientrano nella sezione Usi domestici del Servizio Elettrico Nazionale. Nello specifico, si tratta di un'offerta rivolta agli utenti appartenenti alla rete domestica che desiderano restare nel Servizio di Maggior Tutela, vale a dire nel mercato tutelato. A questo proposito, è bene ricordare che il mercato tutelato sarà abolito a partire dal 1° luglio 2020. Successivamente a questa data sarà di fatto reso obbligatorio il passaggio al mercato libero. A seguire i dettagli economici dell'offerta Bioraria non Residente di Enel Servizio Elettrico e la risposta alla domanda se conviene oppure no.

Dettagli sull'offerta Bioraria non Residente di Enel Servizio Elettrico

L'offerta Bioraria non Residente di Enel Servizio Elettrico si basa su una tariffa bioraria il cui corrispettivo fisso per la componente energia è il medesimo rispetto a quello previsto dall'offerta Bioraria Residente del Servizio Elettrico Nazionale: 0,097 euro/kWh nella fascia F1 e 0,087 euro/kWh nella fascia F23. L'unica differenza corrisponde alla spesa legata alla quota fissa per gli oneri di sistema, per cui il cliente non residente deve pagare una somma mensile pari a 10,58 euro (i clienti residenti invece non sono tenuti a pagare nulla). Da qui la differenza di circa 120 euro in bolletta rispetto a un cliente con l'offerta Bioraria Residente del Servizio Elettrico.

Confronto con Next Energy e opinioni sulla Bioraria non Residente di Enel Servizio Elettrico

L'offerta Bioraria non Residente di Enel Servizio Elettrico conviene? La risposta è negativa se confrontata con la proposta Next Energy, che offre una tariffa monoraria da 0,0625 euro/kWh dopo il nuovo aggiornamento dei prezzi applicato dal fornitore Sorgenia. Il prezzo è da intendersi bloccato per il primo anno.