L'offerta Monoraria non Residente di Enel Servizio Elettrico è una proposta commerciale del fornitore che gestisce la maggior parte delle forniture nel Servizio di Maggior Tutela, conosciuto anche come mercato tutelato. Nonostante il mercato di tutela sia prossimo all'abolizione (dal 1° luglio 2020 sarà reso obbligatorio il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero), numerose utenze domestiche appartengono ancora al Servizio di Maggior Tutela. A seguire un breve approfondimento sull'offerta Monoraria non Residente di Enel Servizio Elettrico e se conviene o meno attivarla.

Dettagli economici sull'offerta Monoraria non Residente di Enel Servizio Elettrico

L'offerta Monoraria non Residente di Enel Servizio Elettrico prevede un corrispettivo fisso per la componente luce elettrica pari a 0,090 euro/kWh. Tale prezzo è riferito alla sola componente energia ed è inserita all'interno della spesa per la materia energia, che comprende anche una quota mensile pari a 4 euro. Fin qui non ci sono differenze con l'offerta Monoraria Residente del Servizio Elettrico Nazionale. Infatti, l'unica reale differenza tra le due proposte commerciali riguarda il contributo fisso mensile richiesto nella tariffa non residente per gli oneri di sistema, pari a 10,58 euro. Tale contributo va a incidere fino a 120 euro nel costo complessivo annuale della bolletta della luce. Il prezzo di 0,090 euro/kWh della componente energia è soggetto a modifiche da parte dell'Autorità, che aggiorna il costo del corrispettivo fisso alla fine di ogni trimestre.

Confronto con Next Energy e opinioni sull'offerta Monoraria non Residente di Enel Servizio Elettrico

Per chi si domanda se l'offerta Monoraria non Residente di Enel Servizio Elettrico conviene rispetto al mercato libero, la risposta è negativa. È sufficiente prendere come esempio l'offerta Next Energy di Sorgenia, che offre un prezzo di 0,0625 euro/kWh per la tariffa monoraria.