Il pagamento della bolletta di Enel Energia in ritardo comporta delle conseguenze dirette per l'utente intestatario della fornitura. Dopo una serie di richiami nei primi giorni successivi alla scadenza della bolletta fissata nel bollettino, Enel Energia provvede a inviare una comunicazione scritta presso il domicilio dell'abitazione in cui è attiva la fornitura. Tale lettera avvisa il cliente che se non effettua il pagamento entro 15 giorni dalla ricezione della fattura verrà avviata la pratica di distacco della luce o del gas. A seguire un breve approfondimento su quanto costa pagare la bolletta di Enel Energia in ritardo.

Costi dovuti per chi paga la bolletta di Enel Energia in ritardo

Prima di tutto, occorre sottolineare che Enel Energia richiede il pagamento per intero della somma precedentemente fatturata in bolletta. A questo prezzo, vengono poi aggiunti gli interessi di mora, i quali sono direttamente proporzionali rispetto ai giorni di ritardo. Per quantificare gli interessi di mora occorre fare riferimento alle condizioni contrattuali indicate in ciascun contratto di fornitura energetica firmato con Enel Energia. L'utente intestatario della fornitura deve poi risarcire Enel delle spese di spedizione postale dell'avviso di sospensione della luce elettrica o del gas.

Come dimostrare il pagamento in ritardo della bolletta Enel Energia

Il cliente può dimostrare di aver saldato il proprio debito via fax al numero 800.903.727 o in alternativa all'interno dell'area clienti tramite il servizio Carica Documenti, allegando la copia della ricevuta di pagamento.