Il rincaro bollette Enel è stato un fenomeno che ha colpito milioni di utenti titolari di una fornitura energetica nel corso del 2018, con aumenti a partire dal mese di gennaio. L'anno in corso (2019, ndr), quando volge ormai al termine il primo trimestre, ha invece visto prezzi stabili. A riportare la notizia è stata la stessa ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) attraverso un comunicato ufficiale. In ogni caso, migliaia di utenze nel corso dei primi tre mesi del 2019 hanno lamentato un rincaro delle bollette Enel. Quale può essere il motivo?

Rincaro bollette Enel per dispersione elettrica

Gli elettrodomestici più datati sono soggetti a malfunzionamenti. Oltre ad avere un'efficienza energetica minore rispetto agli elettrodomestici di nuova generazione, possono andare incontro anche al fenomeno della dispersione elettrica, che fa lievitare in maniera sensibile il costo fatturato in bolletta. Il consiglio è di verificare insieme a un tecnico specializzato il corretto funzionamento di ciascun elettrodomestico presente all'interno dell'abitazione.

Rincaro bollette Enel per maxi-conguaglio

Le bollette Enel sono soggette a maxi-conguaglio come quelle degli altri fornitori. Una bolletta Enel di maxi-conguaglio può essere evitata se si effettua una regolare autolettura e la si comunica al proprio fornitore.

Rincaro bollette Enel per corrispettivo Cmor

Un utente moroso può vedersi addebitato nella bolletta Enel il corrispettivo Cmor (corrispettivo morosità) per conto del precedente fornitore. Si è obbligati a restituire l'importo dovuto. Se elevato, è possibile richiedere la rateizzazione.