Negli ultimi anni, con l'avvento del mercato libero e la proliferazione di numerose società attive nel settore, sono aumentate anche le truffe telefoniche e gli inganni dei finti agenti porta a porta. I clienti ENI gas e luce vittime di un raggiro hanno il diritto di recedere dal contratto presentando un'apposita richiesta al fornitore. Tale richiesta prende il nome di ripensamento ENI. A seguire un breve approfondimento sul tema, dal significato alla compilazione e presentazione del modulo Ripensamento ENI.

Cos'è il ripensamento ENI

Il ripensamento ENI è un modulo che i clienti ENI Gas e Luce sono invitati a compilare qualora desiderino recedere un contratto di cui non si è convinti o di cui non si era a conoscenza. La recessione del contratto esercitando il diritto di ripensamento ENI può avvenire entro un massimo di 14 giorni. È importante sottolineare che non sono previsti costi aggiuntivi per il cliente che dovesse richiedere la recessione del contratto tramite il ripensamento ENI.

Come compilare il modulo ripensamento ENI

Il modulo Ripensamento ENI si trova sul sito ufficiale del portale ENI Gas e Luce, nella sezione intitolata Allegati e Offerte. Il titolo del documento è Modulo per l'esercizio del ripensamento. Nel primo campo va inserita la spunta accanto a una delle due seguenti voci: Cambio prodotto, Nuova attivazione/passaggio a ENI Gas e Luce da altro fornitore, in merito alla tipologia del contratto di cui si sta presentando la richiesta di recesso del contratto. Poco più sotto, vanno inseriti i dati relativi a: Numero plico (codice alfanumerico presente nella busta in cui era contenuto il contratto), Codice Cliente e POD/PDR. Infine, occorre fornire i propri dati personali, appuntando luogo, data e firma.