Come risolvere un contratto con Acea Energia

Quando si è clienti di Acea Energia e si vuole richiedere la cessazione della fornitura, ossia risolvere il contratto, si potrà facilmente procedere online tramite la propria pagina clienti. Qui, infatti, si potrà trovare, alla sotto-pagina relativa ai contratti, quella dedicata alla disdetta. La richiesta di disdetta può essere compilata online: tramite il pulsante di invio richiesta, infatti, essa verrà automaticamente registrata e la pratica di risoluzione portata avanti in breve tempo. Se, invece, non si è soliti procedere con le operazioni online, si può scegliere di stampare il modulo di disdetta e compilarlo a mano. Bisognerà indicare tutti i dati relativi al cliente che intende risolvere il contratto e alla fornitura. Per quest'ultima è necessario indicare il numero cliente e il codice del contatore ossia il POD in caso di contatore della corrente elettrica o il PDR in caso di contatore del gas. La richiesta può essere inviata tramite raccomandata oppure, se si dispone di una casella di posta elettronica certificata (PEC), si potrà procedere tramite di essa. Nel momento in cui viene ricevuta la richiesta di disdetta, Acea Energia inizierà la pratica per la risoluzione del contratto. Va sottolineato che prima di procedere con la risoluzione il cliente riceverà una bolletta finale, riportante i consumi relativi al periodo compreso tra l'ultima bolletta e la data di risoluzione del contratto. Per questo motivo, verrà effettuata un'ultima lettura dopodiché si procederà con la chiusura del contatore. Se questo è di tipo digitale la chiusura avverrà in remoto mentre, in caso di contatori di vecchio tipo, sarà chiuso da un tecnico che si dovrà recare presso il cliente per procedere con la lettura e la chiusura del contatore.