Davanti ad una bolletta Enel particolarmente salata è normale chiedersi se ci sono modi per poter diminuire le spese per l'approvvigionamento energetico. Ebbene, esistono diversi modi per poter risparmiare sulla bolletta Enel, senza peraltro sconvolgere totalmente le proprie abitudini di consumo: vediamo quali sono.

Tenere sotto controllo gli elettrodomestici

Una prima soluzione per risparmiare sulla bolletta Enel è quella di controllare periodicamente i consumi effettuati dagli elettrodomestici: infatti, gran parte del totale dell'energia richiesta dalla nostra abitazione dipende dall'alimentazione dei più diffusi apparecchi, come lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, scaldabagno, e così via. Ebbene, rispetto a ciascuno di questi elettrodomestici è bene conoscere la relativa classe energetica di appartenenza e provvedere, ove necessario, a sostituirli se particolarmente datati con modelli di più recente introduzione: i nuovi apparecchi, infatti, anche se a fronte di un discreto costo iniziale, possono determinare un abbattimento dei consumi molto consistente. Lo stesso dicasi anche per quegli elettrodomestici acquistati più di recente: rispetto a questi ultimi può non essere necessaria una sostituzione, ma quanto meno effettuare un intervento periodico di manutenzione, soprattutto a livello di resistenze. In questo modo si potrà prevenire il rischio che l'elettrodomestico consumi più di quanto dovrebbe.

Ridurre gli sprechi

Oltre ad una revisione periodica dei propri elettrodomestici, è importante evitare di utilizzarli in maniera eccessiva, soprattutto quando non necessario. Ovviamente, esistono elettrodomestici che rimangono costantemente in funzione (come il frigorifero): rispetto a questi, l'unica alternativa è quella di adottare strumenti con elevata classe energetica, come visto sopra. Rispetto, invece, a quegli apparecchi il cui consumo è più limitato nel tempo, esistono accorgimenti che permettono di risparmiare. Ad esempio, è sempre un'ottima scelta quella di controllare di aver spento il computer e il display (del Pc e della televisione), dal momento che, altrimenti, continueremo a consumare inutilmente. Altra buona pratica da mettere in campo è quella di adottare le multiprese, che grazie ad un unico pulsante di accensione permettono di spegnere contemporaneamente tutti i dispositivi di cui non abbiamo bisogno, evitando di dimenticarli accesi. Rispetto alla lavatrice, è bene limitarne l'utilizzo soltanto per cicli di pieno carico (evitando, quindi, di fare lavaggi per pochi indumenti) e, soprattutto, durante la fascia oraria serale in cui, come vedremo, si può risparmiare parecchio sul consumo.

Sfruttare le fasce orarie Enel

Proprio a questo proposito, uno dei migliori consigli per risparmiare sulla bolletta Enel è quello di sfruttare la tariffazione bioraria prevista da questo operatore. Come noto, infatti, Enel propone in via standard la tariffa bioraria, che prevede una differente soglia di costi per la fornitura energetica a seconda dell'orario di consumo. Ebbene, le spese maggiori vengono registrate quando si utilizza l'energia elettrica durante i giorni della settimana (dal lunedì al venerdì), mentre una tariffa minore è prevista per la sera (dalle 23 alle 7), per i giorni di sabato e domenica e per i festivi: proprio rispetto a queste fasce orarie, dunque, è possibile concentrare i propri consumi durante questi periodi, così da approfittare del risparmio in bolletta.