Le tariffe agevolate Enel sono legate al tema Bonus Sociale, assegnato ai clienti appartenenti alla rete domestica che presentano un disagio fisico e/o economico. Ci sono due tipi di Bonus Sociale: il primo è connesso al disagio economico, stabilito dall'ISEE (l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente); il secondo è il bonus sociale previsto per i nuclei familiari che hanno al loro interno una persona in gravi condizioni di salute e che necessita di apparecchiature sempre collegate alla corrente elettrica. A seguire un breve approfondimento sulle tariffe agevolate Enel.

Tariffe agevolate Enel: bonus sociale per disagio economico

In relazione al bonus sociale per disagio economico, attraverso il quale si può accedere alle tariffe agevolate Enel, è importante sottolineare che l'ISEE di un nucleo famigliare non deve superare la somma di 8.107,5 euro. Tale somma sale fino a 20 mila euro qualora presentino la richiesta di tariffa agevolata Enel le famiglie che hanno a proprio carico almeno 4 figli.

Come presentare richiesta per le tariffe agevolate Enel

La richiesta per accedere alle tariffe agevolate Enel è da inoltrare al comune dove si ha la residenza. I moduli necessari per l'invio della domanda possono essere scaricati dal sito ufficiale ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). In allegato va presentato un documento di riconoscimento, la copia del codice fiscale di ciascuno dei componenti del nucleo familiare e l'attestazione dell'ISEE. In aggiunta va indicato il codice POD (presente nell'intestazione della bolletta Enel) oltre alla potenza impegnata della propria fornitura. Chi richiede il Bonus Sociale per disagio fisico, deve presentare in sostituzione dell'ISEE un certificato ASL che attesti la situazione di salute e la necessità di macchine collegate alla corrente per la sopravvivenza della persona. Risparmio tariffe agevolate Enel per disagio economico: da 132 a 194 euro. Risparmio tariffe agevolate Enel per disagio fisico: da 204 a 486 euro.