Voltura Iren

La voltura Iren può essere richiesta dai clienti che stanno traslocando in un’abitazione dove è già attivo sia il contatore che il contratto. Per fare un esempio pratico, è sufficiente riportare il caso in cui la proprietaria dell’immobile mantiene attivo il contratto e cede la propria abitazione in locazione a un nuovo inquilino. Quest’ultimo (o il proprietario stesso dell’immobile) è obbligato a compiere la voltura, vale a dire il passaggio della fornitura, che determina il cambio dell’intestatario della bolletta. Iren propone due alternative ai clienti che intendono richiedere la voltura. Il primo metodo prevede la richiesta tramite il servizio online ClickIren. Il secondo metodo invece fa riferimento alla tradizionale assistenza telefonica.

Iren voltura con ClickIren

ClickIren è il servizio che consente ai clienti Iren di accedere tramite web alla propria area personale. Per richiedere online la voltura, il primo passo da compiere è completare la registrazione alla piattaforma. I nuovi utenti devono cliccare sulla voce Nuovo utente? Registrati! posizionata in alto al centro. Completata la registrazione, è necessario eseguire il Login sempre dalla home page di ClickIren. Una volta effettuato l’accesso, è sufficiente seguire le istruzioni fornite dalla guida presente su ClickIren. La piattaforma studiata da Iren non è accessibile esclusivamente da computer ma anche da smartphone e tablet. È possibile scaricare l’applicazione ClickIren da Google Play Store e da App Store, rispettivamente per i dispositivi Android e iOS.

Iren voltura con assistenza clienti

I nuovi utenti possono presentare richiesta di voltura Iren direttamente contattando il servizio di assistenza clienti al numero verde 800 969 696. Un’ulteriore alternativa è rappresentata dallo sportello Iren fisico (a questo proposito, è necessario cercare tramite il sito ufficiale Iren il punto vendita Iren più vicino al proprio domicilio).

Documenti per la voltura Iren

Per completare la richiesta di voltura Iren, occorrono un documento di identità, i propri dati anagrafici e il codice POD e/o PDR, presente nell’intestazione della bolletta del precedente intestatario della fornitura.