Che cos’è il Prezzo Unico Nazionale (PUN)?

Pubblicato il da in Mercato libero
Il Prezzo Unico Nazionale (PUN) è direttamente collegato con la liberalizzazione del mercato dell’energia in Italia. Numerosi utenti credono invece che il Prezzo Unico Nazionale influisca sulle tariffe del Servizio di Maggior Tutela (o mercato tutelato), in realtà il PUN e il prezzo indicizzato di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) sono due concetti diversi. A seguire un approfondimento su cos’è il Prezzo Unico Nazionale (PUN).

Significato Prezzo Unico Nazionale (PUN)

La definizione del Prezzo Unico Nazionale esatta è la media dei prezzi di vendita zonali (in base alla zona) all’interno della Borsa Elettrica. La Borsa Elettrica è una sorta di marketplace, nata con la liberalizzazione del settore dell’energia, o meglio il mercato all’ingrosso della luce elettrica, a cui partecipano sia i produttori nazionali di energia che quelli esteri, con la variabile rappresentata dai trader. L’energia, il cui valore viene definito dal Prezzo Unico Nazionale, viene poi acquistata dall’Acquirente Unico e dai fornitori attivi nel mercato libero dell’energia in Italia.

Prezzo Unico Nazionale (PUN) e mercato libero

Il valore del Prezzo Unico Nazionale (PUN) influenza fortemente il prezzo dell’energia elettrica riportato nelle offerte commerciali dei fornitori, dal momento che i fornitori acquistano gran parte dell’energia dalla Borsa Elettrica. Se il PUN sale quasi automaticamente anche il prezzo della componente energi sale. Al contrario, se il PUN è in ribasso anche il prezzo della materia prima luce (o gas) presenta un valore inferiore.