Non ho la bolletta per intestarmi il contatore

Durante il trasloco in un nuovo appartamento può capitare di non avere a disposizione alcuna bolletta luce/gas per poter procedere con la voltura o il subentro. Come mi devo comportare se non ho la bolletta per intestarmi il contatore? A seguire un breve approfondimento sul tema, con le informazioni utili volte a rispondere al quesito oggetto del titolo.

Conoscere il fornitore luce/gas senza bolletta

La bolletta rappresenta lo strumento più semplice per conoscere il fornitore luce/gas. Se non si ha la possibilità di accedere ad alcuna bolletta, è possibile inoltre una domanda formale allo Sportello per il Consumatore, servizio ideato da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). In alternativa, l’utente può contattare il distributore locale. Per conoscere quest’ultimo, bisogna collegarsi al sito ufficiale dell’Autorità italiana per l’Energia, selezionare la voce Distributori e cliccare sulla regione dove si ha la residenza.

Conoscere il POD/PDR senza bolletta

Il codice POD (luce) e il codice PDR (gas) sono due elementi indispensabili per l’attivazione di una fornitura. In assenza della bolletta, è possibile risalire a uno o a entrambi i codici semplicemente visualizzando il display del contatore. In alternativa è possibile contattare il distributore locale.

Vecchio inquilino moroso: voltura o subentro?

Qualora il contatore risulti chiuso e il vecchio inquilino moroso, il nuovo proprietario dell’immobile è tenuto a presentare una richiesta di voltura e non di subentro. Se il precedente fornitore si rifiuta di procedere con la voltura, il nuovo inquilino ha la facoltà di cambiare fornitore.