Risparmiare gas termosifoni

Durante l’inverno, con l’arrivo del freddo, il ricorso al riscaldamento domestico è praticamente obbligato. Ciò nonostante, è problema comune quello di cercare di mitigare quanto più possibile il rincaro in bolletta: esistono modi e abitudini che permettono di risparmiare sul gas dei termosifoni? Ecco qualche consiglio.

Adeguare impianti e abitazione

Prima ancora di pensare a come incidere sui consumi, limitandoli, è bene premurarsi di avere a disposizione impianti domestici e infrastrutture che siano in grado di ottimizzare e rendere più efficiente l’impiego del gas per i termosifoni.
Da questo punto di vista, il primo passo è quello di curare con previdenza la manutenzione degli impianti di riscaldamento. A prescindere dall’impiego di strumenti di ultima generazione, infatti, anche una semplice revisione della caldaia o delle condutture permette di arginare il rischio derivante dall’obsolescenza: così, largo alla pulizia della caldaia, alla verifica dei termosifoni e alla prova dei fumi, ovviamente affidandosi a professionisti qualificati che possano assicurare tanto l’efficienza quanto la sicurezza degli impianti.
Tuttavia, nel caso di caldaie e altri strumenti particolarmente datati, un ottimo modo per risparmiare il gas sui termosifoni (anche a fronte di un investimento iniziale non contenuto) è quello di installare una caldaia a condensazione o una pompa di calore, o ancora termovalvole vicino ad ogni calorifero: si tratta di sistemi di riscaldamento più efficienti, che permettono di ottenere, a parità di consumo, risultati decisamente migliori rispetto all’efficacia termica generata all’interno dell’abitazione.
Proprio con riferimento alla propria casa, è bene non sottovalutare il rischio di dispersione termica: infatti, l’assenza di una efficiente infrastruttura di isolamento termico rischia di mandare sprecato buona parte del calore generato dal proprio sistema di riscaldamento, traducendosi così in un vero e proprio salasso in bolletta. Da questo punto di vista, dunque, può essere importante installare infissi migliori, con doppi vetri, oppure revisionare tutte le aperture dell’abitazione, come tapparelle e porte, o, infine, effettuare un intervento di coibentazione delle pareti esterne.

Risparmiare gas termosifoni riducendo i consumi

Oltre a questi interventi, che potremmo definire straordinari, rientrano nel concetto di risparmio energetico anche l’adozione di piccole abitudini quotidiane.
In particolare, se si dispone di una centralina di termoregolazione, è bene impostarla in modo tale da rilevare efficacemente la temperatura esterna, così da portare quella generata all’interno ad un livello proporzionale, riducendo i consumi di gas quando questi non sono necessari ad assicurare la stabilità termica nell’appartamento. In assenza di centralina, è possibile regolare meccanicamente la temperatura generata, avendo riguardo a non innalzarla mai eccessivamente (una buona media è quella contenuta tra i 20 e i 24 gradi).
Allo stesso modo, può essere utile controllare e monitorare con frequenza i propri consumi, magari avvalendosi dei sistemi di contabilizzazione previsti dal contatore o degli strumenti informatici a disposizione dei clienti nelle rispettive aree riservate (come, ad esempio, è possibile fare con Sorgenia).
Infine, e non per ultimo, si consiglia di cercare di adottare una tariffa che permetta di risparmiare sul gas dei termosifoni, magari con un’offerta a prezzo fisso (come Next Energy di Sorgenia), che permette di conoscere sempre con precisione quali saranno i costi della fornitura del metano.