Abitudini per risparmiare energia

Le buone abitudini per abbattere i consumi energetici

Quando si parla di risparmio energetico non si deve pensare solo alla possibilità di scegliere un fornitore che assicuri un prezzo dell’energia più conveniente rispetto a un altro. Si deve invece pensare anche a come utilizzare al meglio l’energia elettrica, in modo da acquisire abitudini tali da abbattere i consumi energetici. Il risparmio energetico, infatti, dipende molto anche da come si fa uso degli elettrodomestici, dal tipo di lampadine che si acquistano e, infine, da una serie di abitudini.
Fermo restando, quindi, che per abbattere i consumi energetici per prima cosa è necessario optare per una tariffa che sia in grado di soddisfare le proprie esigenze, è importante anche porre attenzione a una serie di comportamenti, alcuni dei quali verranno riportati di seguito.

La scelta delle lampadine e l’uso degli elettrodomestici

Anche se le lampadine consumano poco rispetto ai più comuni elettrodomestici è importante scegliere con cura la tipologia di lampadine da usare su lampadari, su piantane o su altre lampade che si usano in casa. La scelta di lampadine a risparmio energetico è sicuramente quella migliore, visto che, come evidenzia il nome stesso, questo tipo di lampadine viene realizzato in modo da garantire un’elevata luminosità pur consumando poco. Molto convenienti anche le lampadine che permettono la regolazione della luminosità tramite il dimmer: in questo modo si potrà scegliere l’intensità della luce in base alle proprie esigenze potendo quindi optare anche per una luminosità minore quando si effettuano attività che non richiedono una luce troppo intensa.
Per quanto riguarda gli elettrodomestici va evidenziato che il primo passo verso il risparmio energetico viene effettuato al momento dell’acquisto. Optare per elettrodomestici di classe A o classi superiori assicura un minore consumo di energia elettrica a parità di risultato con elettrodomestici di classe inferiore.

Inoltre, alcuni accorgimenti particolari vanno effettuati per la lavatrice, soprattutto quando in casa si è molto numerosi e quindi si fanno lavatrici tutti i giorni e anche più di una volta al giorno. Per prima cosa, se si ha un contratto biorario è necessario usare la lavatrice solo negli orari e nei giorni in cui l’energia costa di meno. Inoltre, per quanto possibile, può essere utile optare per programmi di lavaggio rapido e con temperature che non superino i quaranta gradi.
Per quanto riguarda il forno, invece, una buona abitudine che permette il risparmio è quella di spegnerlo qualche minuto prima del termine della cottura: così facendo, infatti, il calore che resta all’interno del forno potrà permettere agli alimenti di raggiungere il giusto grado di cottura anche a forno spento.