Ogni anno si registrano dei casi in cui una bolletta Enel è troppo alta a causa di una dispersione elettrica. Si tratta di episodi non così frequenti come ad esempio le bollette di maxi conguaglio ma è importante conoscere il significato di dispersione elettrica e come capire se nella propria abitazione c'è una dispersione o meno. Se infatti contro le bollette di maxi-conguaglio vi è comunque la possibilità di presentare un reclamo al fornitore (oltre a comunicare regolarmente l'autolettura), per le bollette astronomiche della luce causate da una dispersione elettrica non vi è modo di porvi rimedio se non saldando regolarmente l'importo fatturato dal fornitore, che in alcuni casi può essere superiore anche ai 1.000 euro. A seguire un breve approfondimento sulla bolletta Enel troppo alta per dispersione.

Cos'è la dispersione elettrica

La dispersione elettrica fa riferimento a un particolare fenomeno per il quale un conduttore perde carica elettrica. Una delle cause principali della dispersione è un cattivo isolamento. Va tenuto però in considerazione però anche un eventuale guasto da parte di un elettrodomestico nello specifico. Un'altra causa di una dispersione elettrica può essere dovuta a un dispositivo salvavita difettoso. Bisogna poi tenere in considerazione anche un eventuale problema all'isolamento dell'impianto elettrico.

Come risolvere il problema di una dispersione elettrica

I titolari di una fornitura di energia elettrica che sospettano all'interno della propria abitazione una dispersione elettrica devono chiamare prontamente un tecnico specializzato in grado di individuare e risolvere il problema nello spazio di poche ore, evitando così un'ulteriore bolletta enel troppo alta per una dispersione elettrica.