Collegare la lavatrice all’acqua calda: quanto si risparmia?

All’interno di un’abitazione, uno degli elettrodomestici che consumano di più rispetto a tutti gli altri è la lavatrice. Ciò porta numerosi utenti a domandarsi se ci sia un modo per poter risparmiare con la lavatrice. La risposta è affermativa e uno dei stratagemmi che si consiglia di adottare è quello di collegare la lavatrice all’acqua. A seguire un breve approfondimento su quanto si risparmia collegando la lavatrice all’acqua calda e altre informazioni utili su come risparmiare utilizzando la lavatrice.

Risparmio con lavatrice collegata all’acqua calda

Ipotizzando 250 lavaggi in un anno, si arriva a risparmiare fino a 60 euro. Tale cifra si ottiene calcolando un consumo di 469 kWh per la lavatrice non collegata all’acqua calda e di 128 kWh per quella collegata. A quest’ultima si aggiungono poi 35 metri cubi di gas consumati dalla caldaia. I prezzi di luce e gas presi in considerazione sono i seguenti: 0,25 euro ogni kWh e 0,75 euro per ogni metro cubo standard di gas.

Altri modi per risparmiare con la lavatrice

Aderendo a un’offerta con tariffa bioraria è possibile risparmiare nell’utilizzo della lavatrice se la si utilizza nel fine settimana, durante i giorni festivi e dopo le ore 19 dei giorni feriali (dal lunedì al venerdì). Chi invece ha un’offerta regolata con la tariffa monoraria non può adottare questo trucco dal momento che il costo della componente energia rimane invariato a ogni ora e durante tutti i giorni della settimana (festivi inclusi). Un altro consiglio per risparmiare con la lavatrice è quello di utilizzarlo soltanto con pieno carico. Infine, è bene utilizzare una temperatura non superiore ai 40 gradi durante il lavaggio.