I titolari di una fornitura Enel che hanno la necessità di presentare la disdetta del contratto si chiedono come compilare il modulo disdetta Enel. A seguire, una guida completa passo dopo passo per la compilazione del modulo disdetta Enel e i casi in cui non è necessario comunicare la disdetta al proprio fornitore di energia elettrica o di gas.

Guida su come compilare il modulo disdetta Enel Energia

Una volta scaricato il modulo dalla sezione Modulistica del sito Enel Energia, il richiedente la disdetta deve compilare il primo campo, inserendo Cognome, Nome, Codice Fiscale, Data e Luogo di nascita oltre al telefono cellulare nel primo campo intitolato Il Sottoscritto. Nella sezione successiva, l'utente deve apporre il codice contratto, la data in cui è stato attivato, la tipologia di fornitura (luce o gas), il comune e la via dell'abitazione in cui è attiva la fornitura, oltre al codice POD (luce elettrica) o al codice PDR (gas naturale). La richiesta finale è quello dello scioglimento del contratto di fornitura con Enel Energia, a cui segue la compilazione dell'ultimo campo che include la Firma del richiedente e Data e luogo in cui viene trasmesso il modulo disdetta con la multinazionale Enel Energia.

Quando non va inviata la disdetta Enel

Chi vuole cambiare offerta passando a un nuovo fornitore non deve presentare la disdetta, dal momento che la luce arriva a casa grazie all'operato del distributore, il quale rimane sempre lo stesso quando si cambia offerta luce e/o gas.