Condizionatori: quanto consumano e quali scegliere

Durante la stagione estiva i condizionatori sono gli elettrodomestici che consumano più di tutti, specialmente in quelle regioni dove si registrano le temperature più alte. Il numero degli italiani che scelgono di acquistare un climatizzatore per combattere l’afa dei mesi estivi è in costante aumento. Di pari passo crescono le lamentele nei confronti dei consumi troppo elevati indicati nelle bollette della luce elettrica. A seguire un breve approfondimento su quanto consumano i condizionatori e quali scegliere per ottenere un risparmio consistente.

Quanto consumano i condizionatori

Il consumo di un condizionatore dipende da diversi fattori. I due più importanti sono rappresentati dalla classe energetica a cui il climatizzatore appartiene e alla temperatura impostata dall’utente durante l’accensione. Se si prende come riferimento un utilizzo medio, il consumo annuo di un’utenza domestica è pari a 160 kWh per un condizionatore di classe energetica A+++, mentre sale fino a 260 kWh per un climatizzatore di classe energetica B. Occorre prestare attenzione anche alla propria offerta energetico, per questo motivo il consiglio è di passare a Next Energy di Sorgenia (0,056 euro/kWh, tariffa monoraria e prezzo bloccato per il primo anno), tra le più convenienti nel panorama dell’energia.

Quali condizionatori scegliere

Per risparmiare sull’importo indicato in bolletta è importante scegliere un condizionatore che abbia una classe energetica corrispondente almeno alla lettera A (meglio se A+++). Inoltre, occorre valutare l’acquisto di un condizionatore dotato della tecnologia inverter, escludendo invece il climatizzatore tradizionale (il classico modello on/off).