Come avviene il controllo della bolletta Enel? Comprendere tutte le voci presenti in bolletta è fondamentale per riuscire a risparmiare su determinati costi legati all'energia elettrica. Indipendentemente che si abbia un contratto con Enel Servizio Elettrico Nazionale (mercato tutelato) o Enel Energia (mercato libero), la lettura della bolletta Enel avviene allo stesso modo in quanto lo schema è il medesimo.

Come avviene il controllo della bolletta Enel

Dati fornitura: il primo campo è occupato dai dati fornitura, dove sono presenti tutti gli elementi più importanti del contratto di energia elettrica sottoscritto con il proprio fornitore, tra cui la denominazione dell'offerta, la tipologia cliente e del pagamento, oltre alla data di inizio della fornitura. Inoltre, nella prima sezione (in alto a sinistra) è possibile recuperare anche il proprio codice cliente e POD, oltre all'importo da pagare e il periodo a cui corrisponde la fattura. Sintesi degli importi fatturati: nella seconda sezione della bolletta Enel compare un grafico a torta che riassume ciascuna voce che ha contribuito all'importo complessivo. In genere, la spesa per l'energia è la voce ad avere un peso specifico superiore, oltre a quella relativa alla spesa del trasporto e gestione contatore e la spesa per gli oneri di sistema. Dettaglio fiscale: qui vengono ricapitolate le somme riferite all'IVA ed eventuali altri imposte, oltre a specificare nuovamente la spesa complessiva legata all'energia elettrica senza il peso delle tasse. Consumi fatturati e dettaglio letture: nella seconda pagina della bolletta Enel compare nella prima parte. Vi è il riepilogo del consumo dell'energia elettrico diviso per fasce orarie oltre a uno schema dettaglio riferito alle letture del contatore. Informazioni ai clienti: questa è l'ultima sezione che si trova nella bolletta dell'Enel. Vengono riportate alcune info utili per il cliente, come ad esempio l'eventuale mancato pagamento o la possibilità di rateizzazione.