Costo attivazione gas

Qual è il costo per l’attivazione del gas? Nell’approfondimento odierno un riepilogo completo sulle cose da conoscere in merito alla procedura di attivazione del gas. Non soltanto dunque il costo, ma tutti i passaggi da completare, inclusi la richiesta e i documenti necessari. Come è facilmente intuibile, l’attivazione del gas presenta un processo più complesso rispetto a quello inerente la luce elettrica.

Quanto costa l’attivazione del gas

Alla prestazione commerciale indicata nel contratto di fornitura si aggiungono le somme di 26,13 euro per gli oneri amministrativi e 16 euro per l’imposta di bollo. Rispetto al mercato libero, il Servizio di Maggior Tutela richiede anche un costo fisso pari a 23 euro.

A chi presentare domanda per l’attivazione del gas

L’attivazione del gas deve essere richiesta al fornitore scegliendo l’offerta più conveniente in base alle proprie esigenze. Si consiglia di confrontare quante più offerte possibili. Al momento, una delle migliori offerte del mercato libero è quella di Sorgenia con Next Energy, che propone un corrispettivo fisso pari a 0,276 euro/Smc.

Quali documenti sono necessari per la richiesta di attivazione del gas

I documenti necessari sono la carta d’identità, il codice PDR, la compilazione dei moduli G, H e I, oltre all’attestazione di tenuta della caldaia a gas.

Quali sono le tempistiche per l’attivazione del gas

Rispetto alle tempistiche per l’attivazione della luce, quella del gas avviene entro 12 giorni lavorativi dal giorno in cui si presenta richiesta al fornitore. Il distributore deve accertarsi che i dati inviati dal cliente contengano informazioni veritiere e che l’impianto sia a norma di sicurezza.