Costo luce e gas senza residenza

Sorgenia offre la possibilità per i clienti luce e gas non residenti di ottenere un risparmio in bolletta accedendo a diverse formule create in base ai loro consumi tramite il servizio “Next Energy”.
La residenza è un elemento discriminate per la determinazione del costo della luce e del gas, così come avviene per il pagamento di certe imposte, anche in tal caso la non residenza incide sul valore contrattuale dell’erogazione del servizio.
Prima della riforma della normativa in merito al costo della luce e gas per i non residenti, elemento di distinzione con i residenti era la potenza contrattuale dal “1° gennaio 2017” vige una nuova formula tariffaria.

Le nuove tariffe di gas e luce per i non residenti

A partire dal 2017 sono state introdotte nuove tariffe per quanto attiene le tariffe di gas e luce per i non residenti, elemento discriminante non è più la potenza contrattuale con le tariffe “D2” per i residenti e “D3” per i non residenti.
Ad oggi si parla di “tariffa TD” per tutti, questo vuol dire che i clienti residenti che prima si avvalevano della tariffa “D2” sono passati alla “TD” con notevoli ritorni in chiave economica e clienti non residenti hanno visto cambiare la loro dalla tariffa “D3” in “TD”, ma allo stesso tempo crescere gli oneri annuali fissi imposti in bolletta.
Cosa succede? Chiunque sia titolare di un immobile secondario e non vi fissi la residenza si trova costretto a pagare una bolletta più salata, dato che la nuova normativa stabilisce che a bassi consumi corrispondono dei diritti fissi più elevati secondo un rapporto inversamente proporzionale.