La nuova guerra contro le disposizioni volte a combattere la guerra agli alti consumi legati agli elettrodomestici. A rischio ci sono nuovi frigoriferi, lavatrici, tv e lavastoviglie taglia-consumi in arrivo nell’Unione europea. Infatti, i nuovi apparecchi consumeranno meno energia di quella di un tempo. Questo comporterà per noi consumatori uno sgravio sulla bolletta pari ad euro 150 euro l’anno. Inoltre, sarà molto più semplice accedere ai pezzi di ricambio, ottenibili tra i 7 ed i 10 giorni e tutti i ricambi dovranno garantire il massimo della vita possibile per l’elettrodomestico.

Elettrodomestici: tutte le novità dell’Ecodesign

Le novità provengono dal pacchetto ‘Ecodesign‘, una serie di regolamenti adottati dalla Commissione Ue a ottobre, che a breve saranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale europea per poi entrare in vigore entro 20 giorni. Questo tipo di regolamenta rientra nell’attuazione della direttiva 2009/125/CE sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia.

Le disposizioni varranno solamente per i prodotti dell’Unione Europea, a prescindere dal luogo di costruzione. Anche sorgenti luminose e alimentatori, motori elettrici, trasformatori e attrezzature per saldatura. È molto importante anche la misura che prevede la riparabilità degli apparecchi. Questo comporta che venga garantito un minimo di 10 anni anche per lavatrici, lavastoviglie e lavasciuga domestiche. I produttori saranno tenuti ad assicurare la consegna dei ricambi entro 15 giorni lavorativi dalla richiesta.

Inoltre, i pezzi sostitutivi dovranno potersi montare con utensili facili da reperire e senza arrecare danni permanenti all’apparecchio. Inoltre, vi sono dei requisiti specifici anche sul fronte delle aziende scelte per poter accedere alla riparazione degli elettrodomestici: infatti solo le aziende avranno delle precise istruzioni per aggiustare solo a centri di riparazione professionali. La volontà dell’Unione Europea è volta ad allungare la vita, già in fase di progettazione, la durata di vita degli elettrodomestici e combattere la cosiddetta ‘obsolescenza programmata‘. Si chiama così il fenomeno in base al quale i produttori inducono la sostituzione anticipata di un bene, fissandone in fase di costruzione il futuro guasto e la relativa inevitabile rottamazione, entro una data scadenza. I nuovi requisiti incideranno anche sull’aggiornamento dei prodotti, la loro riciclabilità e la gestione dei rifiuti.

Nuovi elettrodomestici eco sul mercato

Gli apparecchi dall’eco design saranno a breve sul mercato con tante caratteristiche volte all’efficienza e al desing oltre che all’aspetto green. “Queste misure possono consentire alle famiglie di mettere da parte in media 150 euro l’anno. Con un risparmio energetico stimato di 167 TWh ogni anno, entro il 2030, pari al consumo di energia annuale della Danimarca” spiega il vicepresidente della Commissione europea Jyrki Katainen. “Inoltre, le emissioni di CO2 si ridurranno di oltre 46 milioni di tonnellate“. Importante è anche la svolta che è stata sancita per l’acqua. Infatti lavatrici, lavasciuga e lavastoviglie sfrutteranno al massimo l’acqua di ciascun ciclo. Si calcola, così, che entro il 2030 verranno risparmiati 711 milioni di metri cubi l’anno.

I nuovi requisiti di progettazione ecocompatibile vanno di pari passo con le nuove etichette energetiche. Leggendole i consumatori europei possono riconoscere i prodotti più performanti. L’etichetta energetica – secondo un recente sondaggio dell’Eurobarometro – è riconosciuta dal 93% degli europei e il 79% ne è stato influenzato al momento dell’acquisto. Una svolta fondamentale sia dal punto di vista economico, che ambientale che potrebbe comportare dei nuovi trend nello stile di vita dei consumatori di tutta Europa. La lotta ai forti consumi energetici è attiva anche sul fronte Europeo così, oltre che sul piano nazionale e questo elemento legislativo, ci fa rendere conto dell’impatto che i consumi possono avere non solo sul clima, ma su tutta la nostra vita. Una misura forte, ma necessaria alla luce delle difficoltà riscontrate negli ultimi anni.

CHIUDI MENU