Eni gas e luce domiciliazione bancaria

Pubblicato il da in Bollette
Eni gas e luce consente di pagare la bolletta di luce e gas attraverso diverse modalità di pagamento. Tra queste, una delle più importanti è proprio la domiciliazione bancaria. Oltre all’addebito diretto, il fornitore Eni permette il pagamento tramite bonifico bancario, carta di credito (Visa e MasterCard tra i circuiti accettati) e l’Home Banking della propria banca. Infine, c’è il bollettino postale. A seguire un breve approfondimento sulla domiciliazione bancaria Eni gas e luce.

Vantaggi domiciliazione bancaria Eni gas e luce

Con la domiciliazione bancarica Eni gas e luce è possibile ottenere diversi vantaggi. Il primo riguarda le condizioni economiche più vantaggiose per determinate offerte. Ad esempio, LinkBasic (la migliore offerta luce e gas di Eni) è attivabile soltanto se si accetta come modalità di pagamento la domiciliazione bancaria. Al momento, LinkBasic propone un corrispettivo fisso per la materia prima luce pari a 0,675 euro/kWh e un costo per la componente gas naturale di 0,27 euro/Smc. Inoltre con la domiciliazione bancaria si elimina il rischio di non pagare le bollette per dimenticanza o disservizio da parte delle Poste.

Come richiedere la domiciliazione bancaria Eni gas e luce

In allegato alle bollette luce e gas di Eni gas e luce vi è il modulo da compilare e inviare alla propria banca, che procederà con l’attivazione della domiciliazione bancaria. Al momento dell’attivazione dell’addebito diretto, il cliente non riceverà più la fattura al proprio domicilio ma l’importo verrà scalato direttamente dal conto corrente associato all’IBAN segnalato al momento della sottoscrizione del modulo.