Fasce orarie energia elettrica

Cosa sono le fasce orarie dell’energia elettrica

Se si dispone di un contratto di energia elettrica di tipo bi-orario è bene fare attenzione all’uso che si fa della corrente visto che i prezzi variano a seconda dell’ora e del giorno della settimana. Nello specifico, le tariffe bi-orarie dispongono di due diversi intervalli, o fasce di prezzo.
La fascia F1 va dal lunedì al venerdì dalle otto del mattino alle sette di sera. Questa fascia di prezzo è quella più cara, ossia quella che presenta un prezzo dell’energia elettrica più elevato.
La fascia F23 nasce dall’unione di due precedenti fasce, la F2 e la F3 che interessavano i diversi orari della sera e della notte, nonché dei giorni festivi. Oggi, la fascia F23 si applica tutti i giorni dalle sette di sera alle otto del mattino dopo e durante le ventiquattro ore dei giorni festivi. Si tratta di un intervallo di tempo in cui il costo della materia prima energia è più basso rispetto alla fascia F1.

Da cosa dipendono le fasce orarie dell’energia elettrica

Va subito specificato che le fasce orarie non vengono definite dai fornitori di energia elettrica, ma dall’ARERA (Autorità per la Regolazione di Energia, Reti e Ambiente). L’ARERA, infatti, ha predisposto gli orari e i giorni per le fasce orarie dell’energia elettrica sia per i fornitori che operano nel mercato libero che in quello tutelato.
Tuttavia, se l’ARERA definisce i giorni e gli orari per l’applicazione delle fasce, sono i fornitori che fissano i prezzi dell’energia elettrica per le fasce orarie. Uno stesso fornitore, inoltre, può proporre offerte e tariffe diverse, proprio perché caratterizzate da prezzi differenti nelle due fasce orarie.
Conoscere gli orari di inizio e fine delle diverse fasce è fondamentale per un utilizzo consapevole dell’energia elettrica e per risparmiare sui consumi. Per questo motivo, prima di scegliere una tariffa per la propria fornitura elettrica è necessario assicurarsi della convenienza della scelta di una tariffa bi-oraria. Questa è infatti perfetta per quanti lavorano fuori casa e, quindi, fanno uso della corrente solo la sera e durante i fine settimana.