Greta Thunberg si rimette in viaggio a bordo di una barca a vela ecologica, mezzo prescelto dalla giovane attivista svedese. La ragazza ha lasciato le coste statunitensi per dirigersi verso la Spagna, con lo scopo di arrivare in tempo per il COP25, manifestazione sul clima in programma a Santiago, in Cile, ma che si terrà invece a Madrid a partire dai primi giorni di dicembre e che riunirà scienziati, rappresentanti di governo e associazioni di tutto il mondo. L’obiettivo è l’attuazione di un piano più efficiente finalizzato a ridurre le emissioni di gas serra in tempi molto più brevi.

Grazie alla sua attività di sensibilizzazione contro l’inquinamento, Greta è diventata una delle figure più influenti del pianeta e pertanto la sua presenza al summit mondiale è fondamentale; con i suoi interventi molto decisi e di impatto, la giovane attivista è riuscita a mobilitare ragazze e ragazzi di tutto il mondo. La parola d’ordine che ricorre nei suoi discorsi è “futuro”, un futuro che deve migliorare, soprattutto per le nuove generazioni di cui Greta è riuscita a diventare un leader consapevole.

L’aiuto del principe di Monaco

Dopo aver affrontato un viaggio in barca a vela dall’Inghilterra agli Stati Uniti, dove ha preso parte a numerose conferenze sul clima, Greta riparte per l’Europa, affrontando un’altra traversata oceanica che la condurrà a Madrid. Il viaggio dovrebbe protrarsi per circa due settimane, tempo atmosferico permettendo; infatti, la stagione che la ragazza ha scelto non è favorevole alla navigazione in quelle acque. Ma Greta non vuole rinunciare ai suoi principi e alle sue promesse: prima su tutte quella di non viaggiare in aereo, mezzo altamente inquinante. Per spostarsi infatti, la giovane svedese utilizza spesso il treno, ma come fare quando si tratta di attraversare l’oceano?

Greta trova sempre persone che, sostenendo la sua causa, sono ben contente di correre in suo aiuto: per arrivare negli Stati Uniti salpando da Plymouth (Inghilterra) lo scorso agosto, fu il principe di Monaco Pierre Casiraghi, conosciuto come il “principe ecologista”, a fornirle la barca a vela e l’equipaggio per permetterle di giungere a destinazione nel modo più ecologico e ambientalista possibile. La ragazza, nonostante la sua giovane età, è riuscita a dimostrare al mondo intero di essere capace di farsi ascoltare non solo dai suoi coetanei, ma anche dalle persone più influenti del pianeta.

Greta Thunberg, leader dei giovani nella lotta all’inquinamento

Anche per questo viaggio qualcuno ha voluto offrire a Greta un passaggio: si tratta di una coppia di Youtuber australiani, Riley Whitelum e Alayna Carausu, che navigano insieme al loro figlio di 11 mesi. L’imbarcazione ha lasciato il porto di Salt Ponds a Hampton (Virginia) e impiegherà dalle 2 alle 4 settimane per approdare in Portogallo; da lì Greta si sposterà a Madrid, dove è attesa con grande entusiasmo al COP25. La ragazza aveva lanciato un appello pubblico sui social per trovare un passaggio ecologico; la coppia australiana si è subito mobilitata per fare sapere a Greta di essere onorata di accompagnarla nella traversata sulla propria barca a emissioni zero.

Greta Thunberg è oggi una delle adolescenti più stimate, sia dai coetanei, sia da personaggi importanti della politica e dello spettacolo, tanto che la rivista “Times” la inserisce nella classifica dei 25 teenagers più influenti del mondo. La giovane svedese ha iniziato a fare sentire la propria voce nell’agosto del 2018, quando da sola ha dato il via a una serie di scioperi volti a portare l’attenzione sulle problematiche ambientali. Nel giro di pochi mesi queste proteste si sono diffuse in tutto il mondo, acquisendo il nome di “Fridays for Future”, che hanno mobilitato centinaia di migliaia di giovani all’interno delle città di tutto il mondo.

CHIUDI MENU