Il vecchio inquilino è moroso, come faccio con la voltura?

Se il vecchio inquilino è moroso, come faccio con la voltura? Una domanda frequente all’interno dei forum italiani sull’energia ha per oggetto la voltura in caso di morosità dell’inquilino precedente. Si tratta di una situazione meno rara di quanto si pensi e che danneggia in particolare il nuovo proprietario dell’abitazione presso cui era attiva la fornitura di luce/gas per cui non si è proceduto con il pagamento. A seguire un breve approfondimento sul tema, con la risposta al quesito posto nel titolo in oggetto.

Voltura in caso di morosità del vecchio inquilino: come comportarsi

L’utente che si sta trasferendo in una nuova abitazione dove il precedente inquilino è stato dichiarato moroso non è tenuto a versare il pagamento del debito contratto dal vecchio proprietario dell’immobile. I fornitori che richiedono al nuovo inquilino il saldo del debito per procedere con la voltura stanno commettendo un illecito. Qualora ciò accada, l’utente ha diritto di tentare una causa all’azienda fornitrice luce e gas che si macchia di tale colpa, chiedendo inoltre un lauto risarcimento danni.

Voltura in caso di morosità del vecchio inquilino: cambio fornitore

Anche se non è tenuto a pagare il debito contratto dal vecchio inquilino, il nuovo proprietario dell’immobile potrebbe vedersi rifiutare dal fornitore la richiesta di voltura. Se la situazione non si sblocca, l’utente può decidere di cambiare fornitore. A questo punto, la decisione spetta alla società con cui il nuovo inquilino ha scelto di sostituire il precedente fornitore. Soltanto dopo che la richiesta di voltura verrà accettata il nuovo fornitore procederà con l’attivazione del contratto luce/gas.