L’Osservatorio sull’energia calcola che, nel 2018, in Italia erano attivi circa 63mila contratti di luce e gas con i principali fornitori energetici; ogni famiglia spende in bollette in media 1200 euro l’anno, di cui 762 euro per il gas.

Fatta tale premessa, è importante considerare la tutela consumatori gas presente per coloro che usufruiscono di una fornitura di gas o metano.

Infatti, tutti coloro che li usano anche occasionalmente hanno diritto ad una copertura assicurativa contro incidenti causati dal gas: a disporlo è l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico con la deliberazione 223/2016/R/gas.

Copertura assicurativa clienti finali civili

La copertura assicurativa contro i danni da gas vale sul territorio nazionale, ma escluse clienti di gas che non siano clienti domestici o condominiale e consumatori di gas metano per autotrazione.

Questa assicurazione clienti finali gas copre le seguenti eventualità:

  • Responsabilità civile nei confronti di terzi;
  • Incendi originati da impianti e apparecchi a valle del contatore;
  • Infortuni.

Ma chi stipula questa assicurazione clienti finali gas? Tale copertura assicurativa è affidata al Comitato Italiano Gas - o CIG - in rappresentanza dei clienti finali civili.

Assicurazione clienti finali gas

Infatti, dal 2004 il CIG ha assunto l’impegno di sottoscrivere con diverse Compagnie assicurative - scelte tramite una gara pubblica sotto il controllo dell’Unione europea - una polizza di assicurazione nazionale collettiva per conto degli utenti finali civili che usufruiscono di una fornitura luce e gas.

Il Comitato Italiano Gas è federato all’Ente nazionale italiano Unificazione e programma le norme nazionali in materia di gas combustibili, oltre a stipulare accordi con le Compagnie assicurative: la nuova polizza sottoscritta nel 2016 sostituisce quella del 2014, e ha validità triennale a partire dal 2017.

In questi ultimi anni gli infortuni coperti dall’assicurazione e il contratto assicurativo stesso hanno subito miglioramenti: infatti, sono stati inclusi benefici economici più ampi - come l’aumento dei massimali ove possibile e riduzione del premio - e coperture assicurative più ampie per quanto riguarda le utenze che usufruiscono di assicurazione.

La polizza assicurativa stipulata dal cig comitato italiano gas nel 2016 copre dunque i danni a beni e alla salute originato dal contatore del gas, anche nel caso siano stati determinati da tentativo di suicidio. 

La polizza resterà in vigore per il periodo 2017-2020, ed è meno costosa rispetto alla precedente (infatti il costo è attualmente di 0.5950 euro per utente contro i 0,6375 euro degli anni precedenti).

Rispetto al 2014 è inoltre entrato in vigore un aumento dei massimali per quanto riguarda gli infortuni che causano morte o invalidità permanente, che ammontano adesso a 301.000 euro contro i 210.000 mila euro della polizza precedente; allo stesso modo, i massimali per gli incendi sono aumentati a 501.000 euro rispetto ai 180.000 euro della polizza stipulata dal CIG nell’anno 2014.

La polizza rimane valida anche in caso siano state stipulate ulteriori coperture assicurative per la sezione Responsabilità Civile verso Terzi e per la sezione Incendio: in caso di incendi, inoltre, i cittadini riceveranno un anticipo in denaro per abbreviare i tempi di attesa, per evitare che rimangano ulteriormente colpiti da problematiche economiche nell’attesa degli accertamenti necessari, anche in caso vengano rilevati impedimenti di qualunque genere e natura nel contratto.

Anche le spese mediche godono di copertura assicurativa - il massimale ammonta a 8 mila euro, così come il costo di un eventuale alloggio sostitutivo necessario a seguito del danno provocato dal contatore gas - il massimale ammonta a 50 mila euro.

Sportello per il consumatore di energia

Sportello per il consumatore di energia

In merito alla tutela consumatori gas esiste uno strumento per supportare coloro che riscontrassero problemi o avessero dubbi riguardo la propria fornitura di luce e gas: si tratta dello Sportello consumatore energia.

Lo Sportello per il consumatore di Energia e Ambiente è predisposto per accogliere dubbi o reclami dei consumatori; è stato istituito dall’Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente, che ha anche predisposto un apposito portale online per agevolare coloro che necessitino di contattarla.

Lo Sportello per il consumatore di Energia e Ambiente è stato istituito circa 10 anni fa in collaborazione con Acquirente Unico Spa - che svolge fornitura di luce e gas per clienti del mercato a maggior tutela - per permettere ai consumatori domestici e non domestici, nonché clienti del settore idrico, di avere uno strumento con cui presentare i propri reclami e ottenere assistenza gratuita.

È possibile entrare in contatto con lo sportello tramite:

  • Il Numero Verde del Contact Center 166.654, attivo gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, festivi esclusi;
  • Il Portale online www.sportelloperilconsumatore.it.

Oltre a presentare eventuali reclami o segnalare un disservizio, i consumatori possono tramite il portale ottenere informazioni sul mercato libero, conoscere i propri diritti - come quello di rettificare una bolletta - richiedere maggiori informazioni sul bonus energia e gas. 

Infatti, i consumatori possono verificare se i loro requisiti siano idonei ad ottenere lo sconto sulla bolletta energetica per motivi di disagio fisico o economico: poiché non sempre è facile capire se tali requisiti per ricevere il bonus energia e gas - infatti la verifica comprende anche il calcolo della situazione patrimoniale familiare tramite l’ISEE - lo Sportello per il consumatore effettua le dovute verifiche e permette di capire se vi sia il diritto per ottenere agevolazioni sulle bollette.

In particolare, sul Portale online sopra indicato sono a disposizione dei consumatori tre servizi:

  • Servizio conciliazione clienti: è stato istituito per supportare clienti e operatori nella risoluzione di eventuali controversie senza dover ricorrere a vie legali. In caso di raggiungimento di un accordo, questo costituisce titolo esecutivo poiché può essere fatto valere davanti a un giudice nel caso non venga rispettato. Tale servizio si svolge online a titolo gratuito;
  • Servizio SMART: permette ai consumatori di risolvere controversie circa doppia fatturazione, mancata erogazione del bonus energetico, contratti sottoscritti che non erano stati richiesti, eventuali indennizzi non erogati, oltre che ad ottenere facilmente informazioni utili;
  • Servizio segnalazioni, per effettuare reclami scritti.

Per effettuare un reclamo allo Sportello è necessario innanzitutto inviarne uno al proprio fornitore secondo la procedura indicata nella bolletta, attendere 40 giorni e, in caso di mancata risposta, registrarsi allo Sportello per il consumatore per effettuare un reclamo online. 

In alternativa allo Sportello per il consumatore di Energia e Ambiente è possibile compilare un modulo cartaceo da inviare all’Acquirente unico via email all’indirizzo sportello@acquirenteunico.it, tramite posta ordinaria all’indirizzo Via Guiubaldo del Monte 45 (Roma), o tramite un FAx al numero verde sopra indicato.

Tutela consumatori: associazione consumatori luce e gas

Nel 1998 è stato istituito il Consiglio Nazionale dei Consumatori e Utenti, che racchiude diverse associazioni di consumatori luce e gas: queste sono riconosciute dal Codice di Consumo, sono autofinanziate e spesso sono appoggiate da Sindacati per la tutela dei consumatori, come Federconsumatori, CISL e UIL.

Le associazioni consumatori luce e gas offrono assistenza fiscale, legale o tecnica, forniscono informazioni ai cittadini o permettono di denunciare una violazione da parte del fornitore di luce e gas.

Sono inoltre impegnate nella tutela dei consumatori per quanto riguarda bollette ricevute con importi esagerati, eventuali solleciti da parte del fornitore per pagamento di somme non dovute dal cittadino, sospensione dell’erogazione di luce e gas senza ragione giustificata, e sono a disposizione dei consumatori per effettuare il servizio di conciliazione.

Per accedere ai servizi delle associazioni è necessario registrarsi, dopodiché è possibile contattarle direttamente tramite e-mail, telefono o fax.