Le frontiere del mercato libero si sono aperte, in Italia, già nel 2007, almeno formalmente. Ciò nonostante, ancora pochi consumatori hanno scelto di approfittare delle possibilità decisionali che la liberalizzazione, nel settore dell’energia, ha reso realizzabili. Probabilmente, ancora, troppo influenzate dagli strascichi dei monopoli che, purtroppo, contraddistinguevano il nostro mercato di Luce e Gas. Si conta ancora troppo su nomi familiari, che in realtà molto poco hanno a che fare con le aziende che conoscevamo. L’opportunità di approcciarsi come outsider è stata colta da Sorgenia. Diventando poco a poco, fonte delle migliori offerte sul mercato. Ma, andando con ordine, la principale offerta di Enel Energia in materia di luce ed energia elettrica, conviene? Stiamo parlando dell’offerta E-Light Bioraria. In primo luogo, non si tratta di una scelta integrata, ovvero comprensiva sia del servizio di erogazione del gas metano che di fornitura dell’energia elettrica. L’offerta riguarda la sola luce, inoltre notiamo subito che i prezzi evidenziati sul sito ci impongono tempi ristrettissimi per il perfezionamento. Il che va a comprimere la nostra capacità di valutare correttamente l’offerta, rendendo minimo il tempo di ponderazione della convenienza del piano ed altrettanto brevi le tempistiche per paragonarlo ai piani concorrenti. Secondariamente parliamo di un’offerta stipulabile solo online, il che esclude tutti i soggetti che posseggano poca confidenza col computer, con la rete o che semplicemente non si fidano di rapporti solo telematici, preferendo il contatto diretto con dei referenti persone fisiche. Da un piano dedicato solo alla rete ci si aspetterebbe di poter acquisire informazioni complete e soddisfacenti già sul sito ufficiale. Purtroppo così, non è. I contenuti sembrano più slogan. Per esempio, dovremmo esultare del prezzo bloccato per i primi dodici mesi. La questione, in realtà, ci desta preoccupazione. Non possiamo prevedere, infatti, quale sarà il prezzo a partire dal tredicesimo mese. Enel Energia si limita a comunicare che questo varierà a seconda dell’andamento del mercato. Un dato imprevedibile, anche per il migliore degli economisti o dei veggenti. Ancora, l’approccio biorario è solo apparentemente conveniente. Siamo affascinati dall’allettante opportunità di risparmiare di notte e nel weekend. Ma guardiamo bene i prezzi. Innanzi tutto, è indicato soltanto il costo relativo alla sola componente luce. È escluso sia il costo dell’IVA che tutti gli altri costi accessori, dalle tasse al prezzo dei servizi di gestione, distribuzione e dispacciamento. Anche questa volta non prevedibili da parte dell’utente, comprando un pacchetto a scatola chiusa. Quindi, sommando ai costi che apprendiamo dal sito le restanti spese otteniamo un prezzo nella norma per le fasce orarie serali e per i weekend ed un costo molto elevato nelle altre ore del giorno, mattina e pomeriggio. L’esito, per questo motivo, non è premiale per l’utente disciplinato. Al contrario è penalizzante per il consumatore che si trovi a dover utilizzare, magari per necessità, l’energia elettrica nelle fasce orarie più care. Sorgenia Next Energy, al contrario, comprende sia il servizio di erogazione del gas metano, che quello di fornitura dell'energia elettrica. Rendendo più semplice rapportarsi con un solo gestore. Il risparmio calcolato ammonta a quasi quattrocento euro l'anno (380€). È di assoluto rilievo sottolineare che il costo dell'energia nella fascia oraria più conveniente per Enel Energia, è quello applicato da Sorgenia Next Energy, sempre. I costi sono trasparenti e comprensivi di tasse e spese di gestione. Infine, Sorgenia ti riempie di servizi bonus: Chili TV, Deezer, Volagratis, Smatbox, Gazzetta e Corriere. Inoltre, più aiuti Sorgenia a crescere più guadagni in ottica di risparmio. Trenta euro per ogni amico portato a Next Energy.