Profilo energetico

Conoscere il profilo energetico è importante per tenere sotto controllo i consumi e risparmiare in bolletta. Oltre ad avere una vantaggiosa offerta luce e gas dal punto di vista del prezzo del corrispettivo fisso della componente energia, il consiglio è di tracciare il proprio profilo energetico per andare a ottimizzare i consumi giornalieri e settimanali. A seguire un breve approfondimento su come eseguire il profilo energetico e un ulteriore suggerimento su come riuscire a migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione.

Come tracciare il profilo energetico

Diversi fornitori di luce e gas consentono di tracciare il profilo energetico per ottimizzare i consumi. In genere, viene fatto compilare un questionario con delle domande specifiche sull’utenza domestica e le abitudini relative all’impiego degli elettrodomestici. Se ad esempio si desidera il profilo energetico per il riscaldamento, il sistema chiede la tipologia di immobile in cui si risiede, gli infissi della casa, se l’impianto è centralizzato o autonomo, il tipo di alimentazione e l’eventuale caldaia installata all’interno dell’abitazione. Inoltre, nel questionario sono incluse domande relative alla temperatura del termostato e se di notte il riscaldamento rimane acceso oppure no.

Aumentare l’efficienza energetica

Gli elettrodomestici più datati tendono ad avere un’efficienza energetica minore rispetto a quelli di ultima generazione, non favorendo dunque il contenimento dei consumi e la spesa in bolletta. Se un elettrodomestico ha più di 10 anni è opportuno valutarne la sostituzione con uno più recente.