Quando si parla della quota fissa Enel 1.5 kW ci si sta riferendo alla tariffa trioraria Enel prevista per i clienti non domestici che sono collegati alla rete elettrica a bassa tensione. Un esempio concreto può essere un negozio di piccole-medie dimensioni che per la propria attività ha la necessità di disporre di una potenza impegnata fino a 1,5 kW. A seguire l'importo della quota fissa Enel 1.5 kW e gli altri costi legati alla tariffa trioraria BTA1, il nome con cui viene indicata la tariffa proposta ai clienti che hanno bisogno di un altro uso della corrente energetica a bassa tensione rispetto alle normali utenze domestiche.

Importo quota fissa Enel 1.5 kW

L'importo della quota fissa mensile Enel per la tariffa trioraria BTA1 per i clienti con potenza impegnata fino a 1,5 kW è pari a 9,779300 euro. Tale importo rimane valido fino al 31 marzo 2019, per poi cambiare in base al costo stabilito dall'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) nel prossimo secondo trimestre 2019 (valido dal 1° aprile al 30 giugno, ndr). A cambiare non sarà soltanto però l'importo della quota fissa.

Costo componente energia della tariffa trioraria Enel 1.5 kW

Oltre alla quota fissa Enel 1.5 kW, la tariffa trioraria BTA1 (Bassa Utenza Altri usi) di Enel (Servizio Elettrico Nazionale) è composta anche da altri costi. Il primo è relativo al prezzo della componente energia per ciascuna fascia oraria: 0,098870 euro/kWh (fascia oraria F1), 0,095280 euro/kWh (fascia oraria F2), 0,082180 euro/kWh (fascia oraria F3).

Costo quota fissa Enel 1.5 kW per i servizi di rete

Un'altra quota fissa legata alla tariffa trioraria Enel per potenza impegnata fino a 1,5 kW è inclusa nella spesa per i servizi di rete e corrisponde a un prezzo di 2,091400 euro per il trasporto e la gestione del contatore, oltre a 2,449700 euro al mese per gli oneri di sistema. Tali prezzi sono soggetti a modifica al termine di ciascun trimestre. Il nuovo aggiornamento è previsto per il 1° aprile 2019.