La rateizzazione delle bollette Enel scadute è concessa a patto che l’utente faccia pervenire la propria richiesta entro i 10 giorni successivi dalla data di scadenza della fattura stessa per cui si richiede di dilazionare il pagamento. Ad esempio, se un utente vuole rateizzare la bolletta da 120 euro della luce con scadenza fissata al 15 aprile, deve far pervenire la richiesta al fornitore entro il giorno 25 aprile. Inoltre, la richiesta di rateizzazione delle bollette Enel scadute può essere avanzata anche dai clienti morosi che si sono visti addebitare in bolletta il Cmor (corrispettivo morosità). A seguire una breve panoramica sulla rateizzazione delle bollette Enel scadute.

Rateizzazione bollette Enel scadute entro 10 giorni

La richiesta di rateizzazione delle bollette Enel scadute entro 10 giorni può essere presentata online tramite l’area clienti privata My Enel. Il percorso da seguire è il seguente: accesso a My Enel tramite le proprie credenziali, cliccare sulla sezione Le mie bollette e selezionare la voce Rateizzazione. In alternativa è possibile rivolgersi al numero verde del Servizio clienti: 800.900.860.

Rateizzazione bollette Enel scadute per morosità

I clienti morosi, coloro cioè che non hanno pagato una o più bollette a Enel anche dopo la ricezione dell’avviso di sospensione della fornitura, possono presentare la domanda di rateizzazione delle bollette Enel Energia attraverso una lettera formale. Non è detto che Enel accetti tale richiesta, a differenza invece della prima domanda di rateizzazione, prevista per importi anche superiori a 5.000 euro.

CHIUDI MENU