Come risparmiare sulla bolletta Enel

Se si è un cliente Enel per la fornitura di energia elettrica e si vuole risparmiare esiste una soluzione che non necessita il cambio di fornitore. Il risparmio sulla bolletta deve per prima cosa provenire da una maggiore consapevolezza sulle modalità di utilizzo della corrente elettrica. Per tagliare le spese della luce si dovranno per prima cosa controllare le lampadine presenti in casa e assicurarsi che siano a basso consumo o a LED. In questo modo si potrà avere la certezza di un'illuminazione senza troppa spesa. Va tuttavia sottolineato che i costi maggiori relativi alla corrente sono dovuti dall'utilizzo erroneo degli elettrodomestici. Se si deve acquistare un elettrodomestico nuovo, sia esso piccolo o grande, si dovrà sempre porre attenzione alla classe energetica. Gli elettrodomestici che consumano di meno sono quelli che appartengono alla classe energetica A o superiore. Inoltre, è importante leggere con attenzione sul manuale d'uso di ogni elettrodomestico quali siano le corrette modalità di utilizzo, che assicurano consumi minori di energia. Ad esempio è importante procedere a regolari controlli di manutenzione visto che, con il tempo, gli elettrodomestici accumulano polvere, calcare e impurità che portano a un incremento dei consumi di energia.

Evitare gli sprechi

Naturalmente, il miglior modo per avere la certezza di risparmiare sui consumi Enel è quello di fare attenzione ad evitare gli sprechi. Anche se questa raccomandazione può sembrare banale, non tutti conoscono le tecniche che permettono una sicura riduzione sulla bolletta. Ad esempio, nel caso del frigorifero, bisognerebbe evitare di aprire in continuazione lo sportello e, soprattutto, è necessario appurarsi che esso sia sempre chiuso alla perfezione. Nel caso di un condizionatore, invece, si dovrebbe impostare una temperatura tale da assicurare il giusto comfort termico senza tuttavia ricreare dei micro-climi eccessivi all'interno della propria abitazione. Infine, non bisogna mai dimenticare di porre attenzione a quale sia la propria tipologia di contratto, se monoraria o bioraria. In quest'ultimo caso si dovranno usare i grandi elettrodomestici esclusivamente nelle fasce orarie e nei giorni in cui l'energia elettrica costa di meno.

Il cambio di fornitore

Se nonostante tutte le accortezze, si nota che la bolletta Enel è ancora troppo elevata, si può procedere a un cambio di fornitore, optando, ad esempio, per Sorgenia e la tariffa Next Energy Luce. Questa permette di avere un prezzo della materia prima energia tra i più convenienti sul mercato e rappresenta una soluzione particolarmente indicata a quanti sono alla ricerca di una tariffa monoraria che garantisca un risparmio sicuro.