Conoscere i simboli del contatore Enel può essere importante per diverse motivi. In primo luogo, è fondamentale per capire quale tipologia di contratto si è stipulata con il proprio fornitore. Inoltre, grazie a un'esatta conoscenza dei simboli del contatore Enel si può verificare il consumo reale degli elettrodomestici e, di conseguenza, iniziare a usarli con maggiore raziocinio. Non bisogna inoltre dimenticare che grazie al contatore Enel è possibile trasmettere ogni mese l'autolettura al proprio fornitore, sia esso Enel Servizio Elettrico Nazionale (mercato tutelato) che Enel Energia (mercato libero). Segue un breve approfondimento sulla conoscenza dei simboli.

Guida per conoscere i simboli del contatore Enel

L1: in genere, sul display del contatore Enel compare il simbolo L1 ininterrottamente. Questo è un bene, perché è il simbolo che indica all'utente il corretto funzionamento del contatore stesso. Spia rossa lampeggiante: i contatori dell'Enel presentano due spie led che di solito rimangono sempre accese. Quando la spia rossa lampeggia, significa che in quel preciso istante si sta consumando energia elettrica attraverso l'utilizzo di uno o più degli elettrodomestici presenti all'interno dell'abitazione. Non ci si deve quindi allarmare qualora una delle due spie led del contatore Enel sta lampeggiando. Spia rossa fissa: in alcuni casi può capitare di vedere la seconda spia led accanto al display del contatore Enel rimanere accesa ininterrottamente. Anche in questo caso però non ci si deve allarmare. Infatti, la spia rossa fissa ha un significato ben preciso: da 20 minuti il contatore Enel non segnala utilizzo di corrente elettrica. Non si tratta di un guasto o di una mancata rilevazione, ma di una segnalazione tramite la quale il contatore Enel riconosce che negli ultimi 20 minuti nessun elettrodomestico dell'abitazione di riferimento ha consumato energia elettrica.